Catania, i perchè del flop della campagna abbonamenti

Catania, i perchè del flop della campagna abbonamenti

L’amore sopito del tifoso rossazzurro potrebbe avere un perchè

di Redazione ITASportPress

Mentre il Palermo ha chiuso la campagna abbonamenti con la squadra in Serie D con più di 10 mila tessere vendute, a Catania si registra un dato sconfortante per la stagione 2019/20: dopo circa due mesi di attività, il dato finale è di 5.685 abbonamenti vendutiSe dal numero di abbonamenti sottoscritti si dovesse valutare il gradimento verso il nuovo Catania di Camplone, allora ci si dovrebbe preoccupare. Nonostante rispetto allo scorso anno non ci sono grandi differenza di prezzi praticati, la campagna abbonamenti è andata molto a rilento finendo con un numero che desta più di qualche perplessità per un club che riparte per il quinto anno dalla terza serie con ambizioni di promozione. Forse si è sopita un po’ quella straordinaria passione che ha contraddistinto per 8 anni la storia del Catania in A, almeno per quanto concerne la questione stadio. Domenica scorsa contro la Viterbese i paganti sono stati appena 1.984, per un incasso pari a 21.578 euro.

AMORE SOPITO ? – Resta da capire il motivo che ha allontanato i tifosi dallo stadio che sicuramente non è confortevole di suo. La tifoseria rossazzurra è in rotta da anni con il patron Antonino Pulvirenti e l’ad Pietro Lo Monaco e in molti hanno preferito in passato non andare allo stadio in polemica con i dirigenti etnei. Qualche tentativo di riconciliazione c’è stato ma le ruggini vecchie sono rimaste. Di recente poi non sono state gradite dai tifosi alcune dichiarazioni e scelte tecniche della dirigenza etnea. L’ultima quella di Lo Monaco, di mettere fuori organico la ‘bandiera’ Marco Biagianti. Il popolo rossazzurro forse potrebbe tornare allo stadio Massimino se il club passasse di mano ad altro proprietario come è successo a Palermo dopo anni di gestione Zamparini. Forse sarebbe questa una nuova scintilla per un amore che appare sopito anche se a Catania è bastato poco per riaccendere la passione e riempire il vecchio Cibali.

Getty Images

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy