Catania, il ds Argurio confermato ma c’è rischio scissione al vertice

Catania, il ds Argurio confermato ma c’è rischio scissione al vertice

Il club etneo programma il futuro ma a Torre del Grifo si addensano nubi

di Redazione ITASportPress
dirigenti del Catania

La prossima stagione, la Serie C potrà chiamarsi benissimo Serie B2 per le squadre che vi parteciperanno. Il Catania avrà avversari scomodissimi che lotteranno come gli etnei per la promozione. Il Bari farà una squadra fortissima, ma anche l’Avellino e il Foggia cercheranno di allestire un organico di qualità. La dirigenza rossazzurra ancora non ha avviato i motori e per il momento pensa al pagamento di alcune scadenze previste entro il 24 giugno. L’ad Pietro Lo Monaco comincerà a pensare al calciomercato solo a fine mese. Da quanto trapela da Torre del Grifo, sembra certo che il ds Cristian Argurio resterà al suo posto e firmerà il rinnovo.

Dal quartier generale di via Magenta, smentite tutte le voci di contatti con nuovi allenatori che sono uscite fuori in questi giorni. Lo Monaco infatti non ha avuto nessun contatto e aspetta di fare quattro chiacchiere con Andrea Sottil per delineare il futuro. Il tecnico rimarrà solo se otterrà giocatori funzionali al suo sistema di gioco visto che ritiene che in questa stagione non gli è stato consentito. Lo Monaco intanto deve ancora incassare la fiducia piena del patron Nino Pulvirenti che non è rimasto soddisfatto di come si è chiusa la stagione e potrebbe ‘declassare’ il plenipotenziario dirigente di Torre Annunziata a DG. senza compiti di calciomercato (la stessa proposta che fece a Sergio Gasparin quando arrivò Pablo Cosentino). Difficile pensare che Lo Monaco possa accettare la bocciatura. Tra l’altro, visto che Lo Monaco ha ancora molti estimatori anche in Serie A, non è da escludere un clamoroso addio da Catania con coda di veleni stile maggio 2011. Solo tra qualche giorno si capiranno tante cose a Torre del Grifo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy