CATANIA, il tuo eroe è l’ungherese Kertesz

CATANIA, il tuo eroe è l’ungherese Kertesz

Giorno della memoria, Catania ha il suo eroe: Kertesz

di Redazione ITASportPress

Il quotidiano torinese Tuttosport, nel Giorno della memoria, ha ricordato le gesta eroiche di un ex tecnico del Catania, l’ungherese Geza Kertesz, soprannominato lo“Schindler di Catania” visto che ha salvato decine e decine di ebrei dai campi di sterminio nazisti. “La città dell’elefantino è stata la sua patria adottiva, alle pendici dell’Etna visse alcuni dei suoi momenti più felici a livello sportivo e non. Gli eventi della Seconda Guerra Mondiale, però, quando era alla guida dei giallorossi, lo costrinsero a tornare in patria, in Ungheria, dove costituì assieme all’ex compagno di squadra Toth un’organizzazione resistenziale. Salvarono decine di ebrei e di partigiani ungheresi dai campi di sterminio nazisti; si travestì anche da militare tedesco pur di aiutare delle persone a scappare dal ghetto di Budapest. Kertesz intrattenne dei rapporti con i servizi segreti americani, ma questo non lo aiutò. Nel dicembre del ’44 venne arrestato con l’accusa di nascondere degli ebrei in casa propria. Morì fucilato insieme a Toth qualche giorno prima della liberazione della capitale ungherese. Migliaia di persone, tra le quali dei catanesi, parteciparono al suo funerale e gli fu riconosciuto il titolo di “martire della patria”, sepolto nel cimitero degli eroi di Budapest”. riporta Tuttosport.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy