ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

L'inchiesta

Catania, Iva non versata: sequestrati a Lo Monaco 640 mila euro

Lo Monaco (getty images)

L'Iva era stata rateizzata al Catania e la vicenda riguarda il 2018

Redazione ITASportPress

C'è ancora un nodo tra il passato e il presente che lega il Catania che da anni non trova pace. Oggi a fare notizia è l'intervento della Guardia di finanza di Catania, nell’ambito di una inchiesta coordinata dalla Procura etnea, che ha sequestrato su ordine del gip del Tribunale, 640 mila euro a Pietro Lo Monaco, indagato come legale rappresentante del Catania calcio ed accusato di omesso versamento dell’Iva con riferimento all’anno 2018. Come riporta il quotidiano La Sicilia, le indagini hanno tratto origine da una segnalazione dello scorso 13 marzo della Direzione Provinciale dell’Agenzia delle entrate. I successivi approfondimenti hanno consentito di accertare che Lo Monaco, all’epoca dei fatti rappresentate legale del Calcio Catania, ha omesso di versare, per conto della società sportiva, l’imposta relativa all’anno 2018 per un importo di 640 mila euro. A seguito delle indagini finanziarie svolte sui conti correnti del Calcio Catania e dello stesso Lo Monaco, è stata così individuata la somma corrispondente al profitto del reato sottoposta a sequestro preventivo con provvedimento del Gip di Catania. A quanto pare l'Iva era stata rateizzata a maggio 2020 (oggi bloccata per Covid) dall'Agenzia delle Entrate e il club etneo avrebbe dovuto versarla negli anni successivi subendo lo stesso tipo di sequestro di Lo Monaco.

 Lo Monaco (getty images)
tutte le notizie di