Catania, la lunga replica di Lo Monaco a Caiata: “Solito show clownesco, noi invece…”

Catania, la lunga replica di Lo Monaco a Caiata: “Solito show clownesco, noi invece…”

Intanto per il ritorno del Massimino contro il Potenza sono già stati venduti 5.347 biglietti in prevendita

di Redazione ITASportPress
lo monaco

Al termine della partita di andata dei playoff di Serie C fra Potenza e Catania, terminata 1-1 con gol in apertura Di Piazza per i siciliani e nel finale di França per i lucani, il presidente della formazione della Basilicata Salvatore Caiata ha rilasciato alcune dichiarazioni importanti in cui ha contestato pesantemente l’arbitraggio, chiedendo alla Lega e alla Figc di garantire una partita regolare al ritorno. Non si è fatta attendere la risposta dell’ad rossazzurro Pietro Lo Monaco: “Solito show clownesco, spesso quando non vince si abbandona al soliloquio delirante. Accadde anche dopo la gara di ritorno nella regular season, quando l’analisi lasciava immaginare che si fosse addormentato nel corso del match. Se la prende sempre col mondo intero: rivali brutti, cattivi, sporchi. E poi le critiche all’arbitraggio di turno, avvelenando il clima dopo le dichiarazioni di facciata improntate a un rispetto che in realtà non nutre e non garantisce”.

E ancora: “Chi mette in dubbio la regolarità delle gare, mettendo le mani avanti e chiedendo l’intervento delle istituzioni calcistiche, infatti, non ama il calcio e manca di serietà, di civiltà e di fair play – ha detto Lo Monaco al sito ufficiale del Catania Calcio -. Non a caso, colleziona inibizioni: basta leggere il comunicato odierno del giudice sportivo, che reca l’ultima di una lunga serie di sanzioni a carico del signor Salvatore Caiata: stavolta perché, dopo l’allontanamento dal terreno di gioco per proteste, è rientrato ed ha rivolto un’offesa all’arbitro. Seguita, quest’ultima, dagli attacchi rivolti in sala stampa ai giocatori del Catania”.

Lo Monaco ha proseguito così, denunciando il comportamento di Caiata: “Atteggiamenti e parole irresponsabili che creano ambienti infuocati, noi abbiamo un senso di responsabilità diverso, a proposito del rigore negato al fallo su Curiale non abbiamo detto nulla, così come per altre decisioni che riteniamo ci abbiano penalizzato. Dubbio anche l’angolo da cui è nato il pareggio, ma pensiamo che gli errori facciano parte del gioco e abbiamo rispetto per gli arbitri, anche quando non ne condividiamo le scelte. Non diamo spazio alla fantasia, rilanciando assurde congetture e blaterando di presunte intimidazioni. Basta col vittimismo, con le provocazioni e con le insinuazioni. E sono ancora più gravi pensando che il Sig. Caiata è nel Consiglio Direttivo della Lega Italiana Calcio Professionistico”.

“Il Potenza è un’ottima squadra ma non è il Real Madrid, non credo quindi debba sopportare chissà quali diffuse antipatie e rancorose vessazioni dei rivali frustrati. Pensa di vincere il ritorno? Davanti a sé non solo avrà il Catania, ma anche tutta la città di Catania, con sana passione sportiva al fianco dei rossazzurri. Il presidente del Potenza, che attendiamo con ansia ed accoglieremo con un tappeto rossoblù, ha chiesto di essere accompagnato al Massimino dal presidente della Figc Gabriele Gravina, dal presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli e dal presidente dell’AIA Marcello Nicchi: può estendere l’invito anche al Ministro dell’Interno ed al capo della Polizia, sarà l’ennesima occasione per ammirare lo spettacolo della passione rossazzurra”.

Intanto, quando siamo giunti al lunedì sera, per il ritorno del Massimino sono già stati venduti in prevendita 5.347 biglietti. Un super risultato, considerando che il match si giocherà mercoledì sera.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy