Catania, l’arrivo di Novellino fa discutere. Lo Monaco l’ha scelto perchè…

Catania, l’arrivo di Novellino fa discutere. Lo Monaco l’ha scelto perchè…

Per ‘Monzon’ si tratta di un ritorno a Catania dove concluse una grande carriera iniziata nell’Empoli, proseguita a Perugia, Milan ed Ascoli

di Redazione ITASportPress

Il colpo di teatro è arrivato nella prima mattinata di oggi. L’ad del Catania Pietro Lo Monaco, dopo aver corteggiato a lungo il tecnico Carmine Gautieri, non trovando l’accordo economico, ha virato su un allenatore di carattere e carisma che usa la rabbia per vincere. Ecco perchè il dirigente di Torre Annunziata ha scelto Walter Novellino che ha preso il posto dell’esonerato Andrea Sottil.

LE FANTASTICHE 4 – L’ex centrocampista rossonero ha ottenuto quattro promozioni in Serie A con Venezia (1997-1998), Napoli (1999-2000), Piacenza (2000-2001) e Sampdoria (2002-2003), ma ultimamente nelle categorie inferiori ha fatto incetta di esoneri fallendo soprattutto ad Avellino dove nell’ultima tappa fu cacciato con la squadra campana al 17esimo posto in classifica.

INGHILTERRA – In questi ultimi mesi Novellino è andato a studiare metodologie nuove vivendo in Inghilterra a Londra. Ha scrutato e osservato le squadre inglesi, i loro sistemi di allenamento, ma anche imparato la lingua, che continua a studiare. Lo fa per una sua cultura personale, ma anche per allenare all’estero in futuro. Vorrebbe togliersi questo sfizio, un giorno ma per adesso c’è il Catania da portare in Serie B.

SARNO – “Monzon” si sa che predilige due sistemi di gioco: il 4-4-2 e il 3-5-2. Il vestito tattico di Novellino non è proprio adatto al Catania, costruito in estate e rafforzato a gennaio dalla coppia Lo Monaco-Argurio, ma neanche al Dna rossazzurro che storicamente è il 4-3-3. La domanda che molti addetti ai lavori adesso si fanno è: come potrà “Monzon” collocare Sarno in questo scacchiere? Se giocherà titolare, due ipotesi: o farà la seconda punta o si metterà dietro il centravanti. In effetti anche optando per un 4-4-1-1 oppure per un 3-5-1-1 Sarno potrebbe trovare spazio nella trequarti ma solo una punta potrebbe giocare davanti all’ex Padova. Quindi Curiale, Marotta e Di Piazza sgomiterebbero per una maglia mentre due si accomoderebbero in panchina. A centrocampo Lodi poi potrebbe essere collocato da play o mezzala come lo scorso anno con Lucarelli nel 3-5-2. Col 4-4-2 Ciccio sarà uno dei due centrocampisti ma non è per lui il massimo della vita.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy