Catania, le figlie della speaker scomparsa nella cabina della mamma allo stadio

Un bel gesto del club etneo

di Redazione ITASportPress
Il Calcio Catania accoglie Federica e Giulia La Spina, figlie dell’indimenticabile Stefania Sberna e di Salvo: le due giovani e brillanti sorelle, cresciute coltivando una sincera passione sportiva naturalmente condivisa con la madre e il padre, hanno accettato l’invito ad aiutare la squadra del cuore dalla cabina della speaker, formulato dall’amministratore unico Nico Le Mura e da tutti i dirigenti. Il direttore dell’area sportiva Maurizio Pellegrino le ringrazia: “Per Federica e Giulia non era facile, in questo momento così complesso e doloroso, garantire disponibilità. Le ragazze hanno detto sì, infine, con la voglia di essere vicine al Catania e con quel coraggio che Stefania e Salvo, due genitori straordinari, hanno saputo infondere in loro. Ecco perché, con grande ammirazione per una famiglia splendida, ci teniamo ad esprimere semplice ma autentica gratitudine”.
Salvo, Federica e Giulia La Spina aggiungono: “Abbiamo ricevuto tantissime manifestazioni di cordoglio e sincero affetto: vogliamo ringraziare tutti. Catania, in particolare, ha dato prova di aver apprezzato la “sua” Stefania Sberna, che amava profondamente la sua città e il suo Catania: questo sentimento, quasi tangibile in casa nostra, è in noi e con noi lo porteremo ancora allo stadio, certi che lei approverebbe”.
Prima del fischio d’inizio della gara con la Viterbese, durante il minuto di raccoglimento, i rossazzurri indosseranno una maglia bianca con un messaggio in ricordo di Stefania Sberna.
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy