Catania, Lucarelli: “Qui per riprendermi quello che mi è sfuggito un anno e mezzo fa”

Catania, Lucarelli: “Qui per riprendermi quello che mi è sfuggito un anno e mezzo fa”

Il tecnico rossazzurro ha detto la sua anche sulla sfida di domani col Bisceglie

di Redazione ITASportPress

Il tecnico del Catania Cristiano Lucarelli nella sua presentazione alla stampa ha sottolineato la voglia di rimettersi in gioco: “L’avvicendamento di un allenatore non arriva mai quando la squadra sta bene. Ringrazio il direttore Lo Monaco per avermi dato questa nuova opportunità e cercherò di riprendermi quello che ci è sfuggito un anno e mezzo fa. E’ una impresa difficile ma spero di riuscire a regalare questa soddisfazione ai tifosi. Io avevo voglia di tornare e con Lo Monaco l’intesa sul contratto c’è stata sin da subito. Stamattina ho trovato all’aeroporto tanti tifosi e uno in particolare mi ha detto che anni fa ha fatto uno striscione che recitava “Il Catania si ama non si discute”.

SPOGLIATOIO – “Ho detto ai ragazzi che ognuno deve mettere un suo mattoncino. Bisogna compattare tutte le componenti e ripartire da zero per il Catania e per questa causa. Dentro lo spogliatoio ho trovato i ragazzi con la voglia di ripartire. Ho chiesto a loro la totale disponibilità e se qualcuno pensa al mercato di gennaio meglio che stacchi subito la spina. Non prometto nulla ma di creare le condizioni per riavvicinarsi ai primissimi posti. Da oggi esiste solo il Catania e chi non rientra o rispetta questi parametri non può stare con noi. Non guardiamo oggi la classifica ma a come risollevarsi pensando anche al Cosenza di due stagioni fa quando nel girone di andata non stava al primo posto. Ho avuto altre possibilità di lavoro ma quando ha chiamato Lo Monaco mi sono quasi emozionato e meritavo un’altra chance per riprovarci. Ho visto tutte le partite del Catania tranne quella col Francavilla. Con il Bisceglie dobbiamo cercare di vincere senza se e senza ma o con le buone o con le cattive sportivamente parlando. I ragazzi devono dare tutto. Queste due partite interne con Bisceglie e Bari possono darci la possibilità di cancellare le sconfitte e ripartire subito”

MODULO  “Mi sono fatto un’idea di massima ma questa squadra al netto dei suoi calciatori infortunati se la può giocare con le altre. Prima dei moduli conta la testa e bisogna lavorare sull’aspetto mentale. Nessuna tabella ho intenzione di fare ma di vivere alla giornata. Bisogna ricreare l’autostima e anche l’equilibrio in campo. Lodi davanti alla difesa o più in avanti ci sto pensando”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy