Catania, Raffaele: “Partita con la Casertana difficile e su campo ostico”

Il tecnico rossazzurro ha presentato il match di domenica

di Redazione ITASportPress
Alla vigilia della partenza per la Campania, mister Raffaele ha risposto alle domande dei giornalisti soffermandosi sui temi principali relativi al confronto con la Casertana: “Le partite al rientro dalla sosta sono sempre particolari, credo che la squadra in questa settimana abbia lavorato bene, con entusiasmo e con la giusta concentrazione. Sarà una partita difficile, è un campo ostico ed è una squadra molto importante dalla cintola in su con giocatori come Castaldo, Pacilli, Cuppone, ora hanno preso anche Turchetta, non dimenticando Izzillo e Icardi. È un orario insolito per noi quello di domenica, abbiamo programmato  i nostri allenamenti di conseguenza. Se vogliamo abituarci al grande calcio – sorride l’allenatore rossazzurro – è un bene giocare alle 12.30. Ogni partita sarà una palestra, questo è un campionato che non ti lascia respiro e bisogna restare sempre sul pezzo.
MERCATO – “Gradirei non rispondere per rispetto anche di quanto concordato con i ragazzi nello spogliatoio, sappiamo tutti la situazione che stiamo vivendo ma adesso abbiamo la testa alla partita e da lunedì guarderemo l’evolversi della situazione. Propositi per il 2021? Quelli di sempre: continuità, determinazione e aggredire la partita con la consapevolezza, la nostra è una squadra con determinate certezze e finalmente abbiamo recuperato molti giocatori che sono quasi al 100% della forma fisica. Gennaio, a meno di stravolgimenti, sarà un mese “normale” con una partita a settimana: vogliamo alimentare le nostre ambizioni. Ho visto un gruppo motivato con la voglia di portare in campo il lavoro settimanale, ho trovato bene i ragazzi e speriamo di avere la padronanza vista nelle ultime partite anche contro la Casertana: scenderemo in campo con lo spirito di sempre.  Claiton si è aggregato da due giorni con la squadra dopo lo stop di dicembre, ha bisogno di riprendere una condizione ottimale e avrà a disposizione tutta la prossima settimana per tornare al meglio della forma. In avanti, decideremo in base al gioco che vogliamo fare e alla condizione dei singoli. Pecorino e Biondi richiesti? Se si sono meritati apprezzamenti in giro per l’Italia devono continuare così, ma credo che già giochino in una grande piazza e speriamo di vederli in una categoria superiore con questa maglia. Pinto out? Voglio ringraziarlo perché in questi mesi ha stretto i denti, è un professionista assolutamente da elogiare; prima di uscire, con il Catanzaro, ha avuto un’altra lieve distorsione al ginocchio e insieme allo staff pensiamo di averlo al 100% tra due-tre settimane. L’assenza di Giovanni si sente sicuramente ma sono certo che chi lo sostituirà sarà determinante. In una piazza come Catania, più stai in alto e più cresce l’entusiasmo”.
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy