CATANIA, segnali confortanti da Torre del Grifo: iscrizione ok

di Redazione ITASportPress

Gli spiragli di luce di qualche giorno fa, oggi sono diventati raggi di sole. Le nostre indiscrezioni anticipate lo scorso 26 maggio (LEGGI QUI) sul futuro del Catania si sono rilevate esatte visto che la dirigenza etnea, secondo quanto trapela da Torre del Grifo, ha provveduto a presentare la fidejussione di 800 mila euro e la relativa documentazione per l’iscrizione al campionato di Serie B.

Persa la licenza per l’utilizzo dello stadio Massimino, Pulvirenti ha ottenuto la “Licenza Nazionale 2015/16”.

Da questa sera il Catania è un club di Serie B e lo sarà per almeno due mesi visto che difficilmente il procuratore federale Stefano Palazzi, nonostante abbia annunciato tempi brevi, emetterà la sentenza definitiva prima di fine agosto. L’iter sarà lungo in quanto dovrà passare dai diversi gradi di giudizio.

Ma Palazzi, a volte, va a due velocità: lento, lentissimo in qualche caso. Veloce, velocissimo in altri (vedi Calciopoli). Gli atti comunque, provenienti da Catania, arriveranno sul tavolo del procuratore federale nei prossimi giorni. L’ex presidente Antonino Pulvirenti, come nelle previsioni, ha salvato il club dalla D e dal fallimento presentando la fidejussione che consentirà al Catania di continuare a sopravvivere, ma del resto non avrebbe avuto senso il contrario visto che il sodalizio di via Magenta ha ancora un capitale importante: i calciatori.

Pulvirenti probabilmente cederà ad altri la società ma non prima di aver conosciuto la sentenza della giustizia sportiva. Vendere un club di Lega Pro non è la stessa cosa di uno che milita nei dilettanti. E’ evidente che il futuro del Catania sarà quasi sicuramente in Lega Pro con qualche punto di penalizzazione. Un punto è già scontato per i pagamenti fuori termine degli stipendi ai calciatori.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy