ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

Fiato sospeso

Catania, Sigi versa metà della quota e titolo sportivo resta in bilico

credit Instagram

Il Tribunale ha ricevuto dalla Sigi una somma parziale

Redazione ITASportPress

Il Tribunale di Catania ha atteso fino alla fine le mosse della Sigi, così come gli impareggiabili tifosi rossazzurri. Si è giunti nel totale silenzio all’ultimo round del drammatico match per capire la cifra del bonifico di chi aveva l’obbligo di mettere nelle casse del club etneo, i noti 660 mila euro per consentire al Catania di continuare la stagione sportiva. Era in ballo il futuro del club visto che la somma versata per intero avrebbe prolungato con assoluta certezza i termini per la concessione dell’esercizio provvisorio, scaduti ieri 2 gennaio, e inoltre consentito la pubblicazione del bando per procedere con la vendita all’asta del titolo sportivo.

META' DOSE - Per i soci Sigi, il giorno in più avuto a disposizione, visto che la scadenza cadeva di domenica, è servito a qualcosa visto che oggi sono riusciti ad alzare la quota portandola a sfiorare il tetto di 300 mila euro. Solo un versamento parziale degli organi amministrativi della controllante del Catania Calcio e di alcuni soci volontari. Il Tribunale senza l’intero importo versato, oggi potrebbe decidere il da farsi. Due opzioni: fermare l’esercizio provvisorio (sarà il giudice Ceraolo a scrivere il finale) oppure proseguire con l'iter per garantire la salute del club etneo che non subirebbe la revoca dell’affiliazione. Adesso non resta che attendere la decisione al termine di questi lunghi e snervanti giorni di apnea per i tifosi iniziati lo scorso 22 dicembre. Da allora i curatori hanno avuto contatti con l’avv. Giuseppe Augello legale di Sigi il quale ha tentato strade alternative.

tutte le notizie di