Catania, Tacopina: “Con 60 milioni di debiti non è possibile portare il club in alto”

Il messaggio del tycoon spaventato dalla montagna di debiti del club

di Redazione ITASportPress

I debiti del Catania sono enormi come ha spiegato il legale della Sigi Giuseppe Augello qualche giorno fa. L’operazione di ristrutturazione del debito, che ammonta a circa 60 milioni, attraverso le transazioni va avanti ma questo potrebbe allontanare o addirittura far sfumare la trattativa con il gruppo dell’avvocato italo-americano Joe Tacopina. Sulla vicenda legata al possibile acquisto del pacchetto di maggioranza della società rossazzurra, l’imprenditore statunitense al sito Catanista.eu, ha detto: “Sarò sempre a disposizione di tutti i tifosi ma non è ancora il momento giusto per chiudere questo accordo. Sto aspettando novità positive sulla riduzione dei debiti perché entrare in un club che ne ha 60 milioni, anche se alcuni sono accettabili come Torre del Grifo, rende impossibile portarlo ai massimi livelli e spendere i soldi per i giocatori e l’organizzazione. Comunque sono fiducioso che ridurranno il debito attuale portandolo a livelli accettabili e inizieremo il prima possibile. In effetti io e i miei manager ci stiamo già incontrando e pianificando le nostre mosse future”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy