Catania tradisce i tifosi: questa è maledizione C. Intanto PLM prepara la nuova rivoluzione

Catania tradisce i tifosi: questa è maledizione C. Intanto PLM prepara la nuova rivoluzione

L’ad etneo cambierà giocatori e staff

di Redazione ITASportPress

Game over. Dopo una stagione deludente culminata con il quarto posto in campionato, il Catania dice addio al sogno Serie B. La finale era questa, ma il Catania non l’ha capito. Passare il turno con il Trapani avrebbe sicuramente spalancato le porte a un traguardo atteso dai tifosi e invece è stato messo il sigillo all’ennesima deludentissima stagione che certifica per il quarto anno consecutivo la bocciatura del progetto Lo Monaco. Dal Provinciale esce un Catania a pezzi che ha mostrato una squadra senza testa e caratterialmente fragile. Contro i granata infatti ha pesato la condizione mentale dell’undici di Sottil che ha chiuso in 8 con tre rossi per falli di reazione e non di gioco. Il tecnico non si può dire che non le abbia provate tutte con i cambi ma forse ha avuto il torto di non saper scegliere la formazione base dal 1’. Catania al Provinciale con una sola punta e con Aya esterno il quale non ha assicurato la spinta consueta sulle fasce. Troppi stravolgimenti di ruoli e giocatori in una semifinale decisiva. C’è chi con i cambi raddrizza le partite e chi non ci riesce. Sottil non ha evidentemente azzeccato le mosse. E così è arrivato l’ennesimo flop di questa amara stagione per i tifosi che si sentono traditi e non sopportano più di rimanere in questa categoria che tra l’altro la prossima stagione sarà ancora più difficile per la presenza di Avellino, Bari, Foggia e chissà anche la Salernitana. Lo Monaco ha deciso di avviare un’altra rivoluzione tecnica e tra qualche mese si ripartirà con una nuova squadra, un nuovo staff e quasi sicuramente un nuovo allenatore. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy