Catania, trattativa non decolla e Tacopina perde la pazienza

La fumata bianca ancora non arriva

di Redazione ITASportPress

La trattativa tra la Sigi e il gruppo guidato dall’americano Joe Tacopina per l’acquisizione del 100% delle quote del Calcio Catania va avanti ma non speditamente come si auspicava in un primo momento la cordata Usa.  L’imprenditore statunitense ha grande fretta di abbracciare il progetto, tanto di aver mandato alla nostra redazione un video messaggio per fare gli auguri di Buon Natale ai tifosi rossazzurri, ma la trattativa non procede spedita e da quanto appreso da Itasportpress.it, Tacopina comincia a innervosirsi e perdere la pazienza. Anche l’avvocato Salvo Arena, che sta dialogando con i soci della Sigi in rappresentanza del gruppo Tacopina, è spazientito per la lentezza della controparte nel portare avanti l’operazione. Nonostante tutto la firma sul contratto potrebbe anche arrivare in settimana come fanno intendere dagli Stati Uniti, almeno questa è la speranza del gruppo Tacopina anche perchè la nuova società è già fatta e c’è anche un progetto sportivo avviato con personaggi molto importanti pronti a portare a Torre del Grifo calciatori bravi ed esperti. “La programmazione è importante per vincere il campionato di Serie C così come è importante lavorare con grande anticipo per raggiungere molto presto la Serie A. È inutile negarlo» ha ammesso Tacopina. Per la Sigi il gruppo Tacopina rappresenta una grande opportunità e sarebbe un vero problema se il tycoon americano decidesse di abbandonare l’operazione Catania. Con quali soldi verrebbero pagati i tanti debiti che ha la società etnea? E tra l’altro con la scadenza del 31 gennaio alle porte come si andrebbe avanti a livello sportivo?

Tacopina (Getty Images)

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy