ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

Esclusiva

Centurioni a ISP: “A Catania Moro potrebbe fare 20 gol. A Padova lo feci debuttare in B”

Centurioni a ISP: “A Catania Moro potrebbe fare 20 gol. A Padova lo feci debuttare in B”

L'ex allenatore del Padova conosce molto bene la punta del Catania

Redazione ITASportPress

Luca Moro, attaccante del Catania, sta facendo molto bene e finora ha realizzato 4 reti (due su rig.) nelle prime sette giornate di Serie C. Il classe 2001 è nato calcisticamente nel Padova dove in maglia biancoscudata ha esordito da titolare in Serie B. “Questi anni di settore giovanile mi hanno trasmesso sicurezza dentro e fuori dal campo, che mi hanno aiutato a formare una mia personalità” ha ammesso tempo fa l’attaccante che però all’inizio del suo percorso giocava da difensore centrale.  Lo stesso calciatore ha chiesto al mister della sua squadra giovanile di fare la punta e da li è sbocciato l’amore per la maglia numero 9. 

“Come riferimento guardo sempre Cristiano Ronaldo, ma per la mentalità, perchè come punta centrale mi ispiro di più a Robert Lewandowski, attaccante del Bayern, che è un giocatore sia di movimento che di finalizzazione” ha ammesso Moro che fuori dal campo è molto taciturno come ha sottolineato il tecnico Matteo Centurioni che lo ha allenato nelle giovanili del Padova. “L’ho lanciato io in prima squadra contro il Carpi in Serie B - ha ammesso ai microfoni di ItaSportPress-. Io allenavo la Berretti e lui stava negli Allievi e molte volte si allenava con noi. Apprezzavo la sua fisicità e la sua qualità, ma fui colpito dal suo modo intenso di allenarsi. E’ poco espansivo e molto schivo sembra quasi imbronciato, ma è un ragazzo che ha una cultura del lavoro spiccata e vuole sempre migliorarsi. Il Padova lo ha dato in prestito e dopo che sarà valorizzato dal Catania lo riprenderà per farlo giocare anche in B la prossima stagione. Sono contento per lui visto che l’ho fatto esordire in B anche se per noi era un momento difficile e nelle ultime gare di campionato schierai molti giovani biancoscudati. Luca può fare da riferimento centrale ma anche un lavoro “sporco” per gli altri perchè usa bene il corpo e sa proteggere la palla ma è anche una punta che sa gettarsi negli spazi. Deve perfezionarsi tantissimo per essere un attaccante che segna molti gol però l’inizio è buono. Freddezza dal dischetto? Non era lui il mio rigorista ma è un ragazzo freddo di carattere e riesce a controllare bene le sue emozioni. Ecco perchè non mi stupisce che faccia gol su calcio di rigore a 10’ dalla fine. Poi vive un momento felice e questo lo aiuta. Magari potrebbe fare anche 20 gol a Catania se trova l’ambiente giusto e la piena fiducia di tecnico e squadra”.

tutte le notizie di