Cessione Catania, sindaco incontra rappresentanti del comitato interessati ad acquisire il club

Cessione Catania, sindaco incontra rappresentanti del comitato interessati ad acquisire il club

Il primo cittadino apre le porte al comitato rappresentato dall’ex tecnico Pellegrino.

di Redazione ITASportPress

Si colora di rosso e azzurro la giornata del sindaco di Catania Salvo Pogliese che ha ricevuto questa mattina una rappresentanza del comitato interessato a rilevare il Calcio Catania dalla Finaria. Maurizio Pellegrino, portabandiera del gruppo di imprenditori, è stato accolto dal primo cittadino e al termine di un colloquio cordiale, le dichiarazioni rilasciate improntate sull’ottimismo.  “Ho espresso chiaramente la mia  concreta vicinanza, ma anche di tutta la mia amministrazione – ha detto Pogliese – a questo gruppo che ha avviato un serio progetto atto a salvare la storia della società rossazzurra da un fallimento che sarebbe una grave perdita per la Città. Speriamo di riuscire a salvare in extremis la matricola rossazzurra 11700 che da 74 anni alimenta la passione di generazioni di catanesi. Sono molto amico di Maurizio Pellegrino al quale ho ribadito il pieno sostegno anche dell’idea dell’azionariato diffuso”. Queste invece le parole di Maurizio Pellegrino rappresentate del comitato che vuole acquistare il Calcio Catania. “Portiamo avanti la nostra iniziativa . Il sindaco Pogliese ci ha accolti bene ma del resto può accogliere tutti quelli che sono interessati a salvare il Calcio Catania. Domani presenteremo la S.p.A., ci saranno i nomi degli imprenditori che saranno del territorio. È un azionariato diffuso che ci permette di avviare una trattativa. L’aspetto principale è che si abbiano ampie garanzie, contano più dei nomi.I nostri avvocati stanno pensando all’offerta che potrebbe anche essere presentata subito dopo la costituzione della società. La nostra strategia conferma l’interesse concreto e serio per l’acquisizione del Calcio Catania”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy