ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

Toccato il fondo

Dal fondo arabo a quello di bottiglia: Nicolosi, Catania non merita questo squallore

Dal fondo arabo a quello di bottiglia: Nicolosi, Catania non merita questo squallore

Il momento più basso della storia del Catania

Redazione ITASportPress

Forse l’abbiamo tutti sopravvalutato. Compreso noi di Itasportpress che abbiamo indirizzato una lettera aperta credendo che questo imprenditore eroe potesse risollevare il Catania Calcio. Ci siamo sbagliati. L’azionista di maggioranza della SIGI Gaetano Nicolosi ieri a 'Corner', ha dimostrato di essere in totale confusione. Incalzato dalle domande dei conduttori (che erano pari alle risposte) è venuto fuori un Nicolosi confuso, privo di idee e di una strategia seria per salvare questa blasonata società.

DELUSIONE - La Catania sportiva attendeva da Nicolosi risposte concrete, ma davanti alla tv tutti i tifosi sono rimasti delusi e allibiti dallo squallore delle risposte sfogandosi poi sui social. Non c’è mai stato durante il suo complicato intervento telefonico, mentre si trovava dentro la sua auto, un dibattito costruttivo e serio sulle prospettive di rilancio del Catania. E’ ormai inutile  parlare degli errori del passato; che ci sono stati a cominciare dal progetto di cooperazione ideato e voluto da Fabio Pagliara che non è mai decollato e che adesso rischia di portare il club in un fondo di bottiglia come ironicamente ha ammesso Nicolosi a Telecolor rispondendo a una domanda sicuramente fuori luogo.

C’è poco da scherzare in questo momento quando si gioca con i sentimenti dei tifosi che hanno messo dei soldi nel salvadanaio di questa società sottraendoli alle loro famiglie per amore di questa maglia e di questa matricola.  Apprendere oggi dal maggiore azionista della SIGI quali potrebbero essere i ricavi di Torre del Grifo, quando il Catania è in un vicolo cieco ed è stato spedito dalla stessa proprietà in fondo alla classifica, è assurdo. 

CAOS - Nicolosi, l’abbiamo sempre difesa scrivendo che lei è stato l’unico eroe della SIGI, ma ieri le sue sembravano chiacchiere da bar e non da un bravo imprenditore considerato da noi e da tutti i catanesi l’uomo di punta della società che ha salvato dal fallimento il Catania. Non può rispondere di non aver letto lo statuto, di non conoscere le regole delle penalizzazioni e i criteri di gestione di una società di calcio. Caro Nicolosi, il Catania è nel caos per una gestione manageriale e sportiva sbagliata non avendo profili capaci di risollevare il club affossato dai debiti ereditati dalla precedente proprietà. 

LA FATA TURCHESE - Avete comprato una villa da ristrutturare ma senza la giusta forza economica finendo per chiedere aiuto a tutti per riqualificarla. Avevate pescato il jolly che era Tacopina ma l’avete fatto scappare a Ferrara. Nicolosi ieri lei ha detto che il suo budget si è esaurito ma allora perchè ha ammesso di avere la forza per poter andare avanti da solo?  Nicolosi noi continuiamo a rispettarla per il coraggio che ha avuto, ma ci consenta di dire che ieri era nel pallone. Ci aspettiamo che trovi presto quella bacchetta della FATA TURCHESE, come ha detto lei, e che trasformi il Catania moribondo in un club rispettato e ricco.

 Catania (getty images)
tutte le notizie di