Frattali salva il Bari e il Catania non riesce a fare festa con le big

Match vibrante al Massimino con un buon Catania nella ripresa

di Redazione ITASportPress

L’emozione più grande al 94′ al Massimino. Frattali ha respinto il rigore di Dall’Oglio salvando il Bari dalla capitolazione. Al Cibali è finita 1-1 con i gol di Cianci nel primo tempo e di Sarao nella ripresa. Il Catania partito con il freno a mano tirato, nella ripresa si è riscattato pareggiando con il neo entrato numero 9  e poi arrivando vicinissimo alla vittoria in diverse circostanze. Catania-Bari è finito senza vincitori ne vinti ma alla fine ha soddisfatto i due allenatori che hanno visto una prova gagliarda dei propri calciatori. Il Catania non è un’ammazza-grandi, ma dimostra di avere un gruppo solido e coeso. Il punto accontenta alla fine più il Bari che temeva molto la trasferta di Catania.

foto Bari Calcio

 

CRONACA – Il tecnico del Catania Raffale sceglie il 3-5-2 con Russotto accanto a Di Piazza mentre il Bari parte con il 4-2-3-1 confermato da Carrera. Il modulo pugliese imbriglia le fonti di gioco rossazzurre e ha soprattutto il merito di chiudere le fasce, sulle quali il Catania ha sempre dimostrato di saper far male. I biancorossi hanno avuto modo di iniziare bene il match con aggressività piegando all’indietro i padroni di casa non sorretti dal centrocampo. Maldonado e Welbeck infatti hanno sofferto la densità in mezzo al campo. A soffrire sono stati anche Russotto e Do Piazza che si sono spazientiti alla ricerca di palle utili e spazio. Il Bari ha concluso in porta al 4’ con D’Ursi ma il tiro dalla distanza non ha sorpreso Confente. Partita che ha mantenuto un buon ritmo nella prima mezz’ora. Match equilibrato nonostante un leggero predominio territoriale degli ospiti con il Catania che ha cercato di sfruttare qualche ripartenza. Il Bari ha continuato a fare la partita con il Catania mai preciso nel servire Di Piazza che si è abbassato cercando palloni utili. Il vantaggio del Bari è arrivato al 35’ con Pietro Cianci che ha anticipato di testa Giosa spedendo il pallone alle spalle di Confente. Poca densità offensiva in appoggio con Welbeck e Maldonando che non hanno dato assistenza alle punte. Al 43’ la conclusione di Russotto su bella imbeccata di Welbeck ma il numero 7 etneo è arrivato stanco dalle parti di Frattali concludendo debolmente. Primo tempo che si è concluso con il vantaggio del Bari. 

SECONDO TEMPO – Nella ripresa subito cambi: il Catania ha cambiato modulo con l’inserimento di Golfo al posto di Sales che si è piazzato a destra. Il Bari è rimasto con il 4-2-3-1 ma Carrera ha mandato in campo Celiento al posto di Minelli. Raffaele dopo aver visto un atteggiamento non aggressivo ha cambiato il Catania: 4-2-4 con Sarao accanto a Di Piazza e due esterni in attacco. Fuori Maldonado. Catania che pareggia al 64’ con la prestanza del neo entrato Sarao che sfrutta alla precisione un bel cross di Russotto dalla sinistra. Il modulo aggressivo di Raffaele ha funzionato e il Catania ha trovato la rete che ha dato fiducia ai rossazzurri. Una ripresa ben diversa per gli etnei che hanno ritrovato le fasce e alzato i giri del motore. Si è così invertito il copione del primo tempo. Ha giganteggiato Welbeck in mezzo al campo con Maita che ha preso per mano il Bari in difficoltà. Partita che ha elevato la fisicità con scontri in ogni parte del campo e il finale del match è stato vibrante con il Catania che ha spinto trovando un calcio di rigore al 92′ per una trattenuta evidente di Sarao. Dall’Oglio dal dischetto non ha calciato bene stavolta e Frattali ha respinto con un grande intervento. 

foto ssc Bari
foto ssc Bari
foto Bari calcio

TABELLINO

Catania-Bari 1-1

CATANIA (3-5-2): Confente; Sales (45′ Golfo), Giosa, Silvestri; Calapai, Dall’Oglio, Welbeck, Maldonado (54′ Sarao), Pinto; Russotto (72′ Manneh), Di Piazza (86′ Rosaia). A disp.:Santurro, Claiton, Reginaldo, Vrikkis, Izco, Albertini, Tonucci, Golfo, Volpe. All. Raffaele.

BARI (4-2-3-1): Frattali; Ciofani, Minelli (45′ Celiento), Sabbione, Perrotta; De Risio, Bianco; D’Ursi (96′ Lollo), Maita, Sarzi-Puttini; Cianci (62′ Candellone). A disp.: Marfella, Fiory, Semenzato, Mercurio, Colaci, Dargenio, Daugenti, Pinto, Rutigliano. All. Carrera.

ARBITRO: Miele di Nola (Bocca-Festa).

MARCATORI: 64′ Sarao – 35′ Cianci

NOTE: Ammonito Perrotta, Dall’Oglio, Bianco, Sarzi-Puttini, Giosa. Espulso Bianco. 93′ Rig.Sbag Dall’Oglio

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy