Il Catania non graffia e pareggia con la Casertana nel deserto del Massimino

Il Catania non graffia e pareggia con la Casertana nel deserto del Massimino

Un gol di Curiale ha permesso agli etnei di pareggiare nella ripresa al vantaggio dei campani con Caldore

di Redazione ITASportPress

Nel deserto del Massimino, il Catania senza il sostegno dei propri tifosi ha pareggiato 1-1 con la Casertana. Lucarelli senza diversi titolari, ha rispolverato Curiale in attacco  e il centravanti, rivitalizzato dal gol in Coppa Italia, ha segnato nella ripresa la rete del pareggio rispondendo a Caldore autore del gol del vantaggio della Casertana al 36′. Etnei che hanno giocato un primo tempo a ritmo basso e con poche idee ma nella ripresa l’undici di Biagianti ha spinto maggiormente sull’acceleratore sfiorando la rimonta. Il campo pesante non ha dato una mano ai rossazzurri che alla fine stremati hanno portato a casa un pareggio deludente. Casertana a 22 punti mentre il Catania non ha sfruttato il fattore casalingo e adesso la classifica si fa molto deficitaria.

PRIMO TEMPO – Il Catania, schieratosi con lo stesso modulo dei campani, per 45’ non ha mai insidiato la porta di Crispino. Manovra lenta, con passaggi per lo più orizzontali e il solo Biondi capace di qualche guizzo in dribbling, poi vanificato in rifinitura. L’unico in grado di portarsi al tiro è stato Rizzo ma la sua conclusione di potenza non ha centrato la porta. Una squadra spenta, nella quale Curiale è risultato troppo isolato e Pinto è incappato in una giornataccia: niente idee e tanti palloni persi. Al 16’ Dall’Oglio si è inserito in area campana ma il colpo di testa debole è stato neutralizzato da Crispino. La Casertana molto ordinata, approfittando del ritmo basso del match, ha gestito bene le rare sfuriate dei padroni di casa e poi in occasione di una palla inattiva è passata in vantaggio con un colpo di testa di Caldore al 36’. La reazione della squadra di Lucarelli è stata velleitaria con le conclusioni di Curiale e Pinto. Primo tempo che si è chiuso con il vantaggio della Casertana.

RIPRESA – La ripresa è cominciata nel segno del Catania, un avvio in cui sembrava che i rossazzurri qualcosa potessero smuovere. E al 3’ ecco il pareggio di Curiale rivitalizzato dal gol in Coppa Italia. Più incisivo e deciso Pinto nella ripresa e i suoi spunti hanno creato problemi agli avversari. Si è avuta subito l’impressione di schiacciamento all’indietro della Casertana. E qui è stato bravo Lucarelli nell’intervallo a spronare la squadra. Mazzarani ha mancato di un soffio la porta su uno spiovente dalla destra al 13’ minuto. Il Catania ha continuato a spingere sull’acceleratore. Poche semplici cose, ma fatte bene, di squadra e con compattezza. Dall’Oglio su cross di Mazzarani ha colpito di testa debolmente, poi lo stesso ex bresciano da venti metri ha mancato la porta. Nel fango del Massimino la gara è scivolata fino al 90’ senza grandi sussulti e il match si è chiuso sull’1-1 dopo 4′ di recupero. Al Catania è mancato il «plus», l’azione e la giocata che crei una differenza. Nonostante l’impegno di tutti nella ripresa la vittoria è sfuggita.

TABELLINO

CATANIA-CASERTANA 1-1

Marcatori: 36′ Caldore (Cas), 49′ Curiale (Cat)

Catania (3-5-2): Furlan; Silvestri, Biagianti (63′ Di Molfetta), Esposito; Biondi (63′ Calapai), Dall’Oglio, Rizzo, Mazzarani (73′ Lodi), Pinto; Catania (73′ Barisic), Curiale. In panchina: Martinez, Noce, Pino, Marchese, Fornito, Llama, Rossetti. All. Lucarelli

Casertana (3-5-2): Crispino; Longo, Silva, Caldore; Adamo (88′ Matese), D’Angelo, Santoro, Lariibi (56′ Clemente), Zito; Origlia (56′ Paparusso), Starita (76′ Floro Flores). In panchina: Zivkovic, Galluzzo, Ciriello, Gonzalez, Zivkov, Vaseranovic. All. Ginestra

Ammoniti: Origlia (Cas), Pinto (Cat), Ginestra (Cas), Silvestri (Cat), Esposito (Cat), Floro Flores (Cat)

Note: recupero 1′ p.t., 4′ s.t.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy