COSENZA-CATANIA 1-1, Plasmati risponde a Vutov (FOTO)

COSENZA-CATANIA 1-1, Plasmati risponde a Vutov (FOTO)

Il Catania tutto cuore riacciuffa il Cosenza nel finale. Al ‘San Vito-Marulla’ i rossazzurri passano in svantaggio nella ripresa con Vutov su rigore, ma non mollano e trovano il pareggio grazie a Plasmati.

di Andrea Carlino, @acarlino85

Il Catania tutto cuore riacciuffa il Cosenza nel finale. Al ‘San Vito-Marulla’ i rossazzurri passano in svantaggio nella ripresa con Vutov su rigore, ma non mollano fino alla fine e trovano il pareggio grazie alla rete di Plasmati su assist di Calil. Grandi proteste del tecnico del Cosenza, Giorgio Roselli, che viene espulso nell’occasione reclamando un fuorigioco del brasiliano. Un buon punto per la squadra di Pancaro verso la conquista della salvezza. Plasmati e Calil, in tandem, confezionano la rete del pari (anche se in precedenza il primo si era divorato una grande possibilità per segnare). Alcune amnesie difensive (su tutte l’errore di Pelagatti nell’occasione del rigore realizzato da Vutov) e una mediana ad andamento lento controbilanciano la vivacità dell’attacco e l’attenzione di Liverani (bravo in due circostanze). La prossima partita del Catania sarà domenica prossima alle 15 allo stadio ‘Massimino’ contro il Matera.

CRONACA DELLA GARA

Match subito a ritmi alti, il Cosenza prova subito a rendersi pericoloso, ma Criaco è fermato bene dalla difesa rossazzurra. Al 2′ Falcone scappa via in contropiede, ma manda a lato da buona posizione. Poco dopo è ancora l’esterno rossazzurro a rendersi pericoloso: controllo e tiro a giro che termina di un soffio a lato. Quattro minuti più tardi grande occasione per il Cosenza. Arrighini spreca davanti a Liverani: il portiere rossazzurro è bravo a respigere con il corpo e chiudere il varco all’attaccante calabrese. La gara si mantiene sul binario dell’equilibrio: il Catania tiene il possesso palla e chiude bene gli spazi agli attaccanti del Cosenza che dopo la sfuriata iniziale fatica a rendersi pericoloso. Prima del finale della prima frazione c’è tempo per le ammonizioni di Falcone e Agazzi e per la sostituzione di Statella con Pinna. Nella ripresa subito un cambio anche per Pancaro: non ce la fa Bergamelli, entra Ferrario. I ritmi si alzono con il Cosenza che prova a schiacciare il Catania sulla propria area. Al 60′ ecco l’episodio chiave della gara: Vutov scappa via a Pelagatti che lo trattiene irregolarmente in area. Per l’arbitro è rigore ed espulsione. Lo stesso attaccante dal dischetto spiazza Liverani. Il Catania non trova spazi per pungere fino al 84′ quando Calil serve bene Plasmati che con un bolide da fuori area batte Perina. Nel finale i rossazzurri hanno anche l’occasione per vincere, ma Perina chiude bene su colpo di testa in mischia.

COSENZA-CATANIA 1-1

MARCATORI: 60′ Vutov su rigore, 85′ Plasmati

COSENZA (4-4-2): Perina; Corsi, Blondett, Tedeschi, Ciancio; Criaco (dal 80′ Guerriera), Arrigoni, Fiordilino, Statella (dal 32′ Pinna); Vutov (dal 76′ Cavallaro), Arrighini. A disp. Saracco, Soprano, Minardi, La Mantia, Raimondi, Ventre. All. Roselli.

CATANIA (4-2-3-1): Liverani; Garufo, Bergamelli (dal 46′ Ferrario), Pelagatti, Nunzella; Musacci (dal 62′ Bastrini), Agazzi; Falcone (dal 75′ Calderini), Calil, Di Cecco; Plasmati. A disp. Ficara, Bacchetti, Castiglia, Pessina, Scarsella, Rossetti, Barisic. All. Pancaro

ARBITRO: Baroni della sezione A.I.A. di Firenze

AMMONITI: Falcone, Agazzi, Tedeschi

ESPULSI: 59′ Pelagatti, 90′ Tedeschi

Incasso: euro 26.909 (paganti 2.776, abbonati 420) – Presenze allo stadio: 3.523

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy