ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

Il racconto

Ruopolo: “Tornerei a Catania altre cento volte. Vi racconto il sabato della sentenza”

foto Calcio Catania

L'ex difensore del Catania racconta come è stata vissuta l'attesa per la decisione del tribunale

Redazione ITASportPress

Non ha giocato tante partite con la maglia del Catania, il difensorePaolo Ropolo ma le sue parole a TuttoC.com su quello che è successo sono lo stesso importanti: "Sono arrivato in rossoazzurro a settembre, ero carico e motivato per un'esperienza importante. E' un peccato che non ci abbiano permesso di finire la stagione e centrare l'obiettivo playoff. Colgo quest'occasione per fare un ringraziamento allo staff e tutto il resto del personale che ha lavorato al Catania".

Avete mai creduto al signor M?

"Abbiamo sperato, essendo una persona 'chiacchierata' sapevamo potessero esserci problemi. Pur di non fallire ti aggrappi a tutto, ma il dubbio su di lui c'è sempre stato. Abbiamo sperato nella soluzione migliore, poi è subentrato il disastro".

Come avete saputo della sentenza?

"Sabato quando siamo andati alla rifinitura abbiamo chiesto di spostare l'allenamento, l'animo non era dei migliori sebbene lo spirito di squadra c'è sempre stato. Abbiamo atteso la sentenza, ma erano stati raccolti dei fondi per andare comunque in trasferta. C'erano sensazioni positive, poi è arrivata la sentenza. A quel punto immaginate lo stato d'animo, lo abbiamo saputo tramite i social. Ci ha tolto la possibilità di arrivare fino in fondo".

E ha tolto dal panorama calcistico un patrimonio quale è il Catania.

"Sono triste per i catanesi, il Catania è arrivato alla fine di un ciclo, nel quale ha giocato in Serie A e ha disputato annate importanti. Questa città si merita molto altro, ha una grande passione e deve tornare dove merita".

Mister Baldini è andato a Vicenza.

"Lo abbiamo saputo ieri. Siamo contenti e orgogliosi che possa continuare il suo percorso, spero possa raggiungere l'obiettivo con i biancorossi".

Cosa ti porti dietro da questa avventura?

"Tantissimo, è stata la prima esperienza in una città importante. I tifosi sono sempre stati con noi. Ho avuto uno staff e compagni straordinari. Si è creato un bel gruppo e abbiamo fatto un lavoro veramente speciale: si sono creati rapporti importanti nelle difficoltà.".

Proiettato al prossimo anno?

"E' difficile trovare sistemazione a due giornate dal termine, perciò sono già al lavoro per la prossima stagione. Quella di Catania resta comunque un'esperienza che non rinnego e che rifarei altre cento volte".

tutte le notizie di