Segnalazioni Covisoc: deferiti Trapani (Serie B), Catania e Siena (Serie C)

Segnalazioni Covisoc: deferiti Trapani (Serie B), Catania e Siena (Serie C)

I club devono rispondere dei mancati pagamenti al 16 marzo delle prime mensilità 2020. Deferiti anche i legali rappresentanti

di Redazione ITASportPress

Non arrivano buone notizie per tre club dalla Figc. Il Procuratore Federale a seguito di segnalazione della CO.VI.SO.C., ha deferito al Tribunale Federale Nazionale Sezione Disciplinare il Trapani (Serie B) per non aver pagato, entro il termine del 16/03/2020, gli emolumenti dovuti ai propri tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo per la mensilità di febbraio 2020, e comunque per non aver documentato alla Co.Vi.So.C, entro lo stesso termine, l’avvenuto pagamento degli emolumenti sopra indicati. Deferiti inoltre i dirigenti del club siciliano Giuseppe Pace, Presidente del Consiglio di Amministrazione, e Monica Pretti, Consigliere Delegato. Deferiti altri due club in Lega Pro, il Catania e il Siena,  per non aver corrisposto, entro il 16 marzo 2020, gli emolumenti dovuti ai propri tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo per le mensilità di gennaio e febbraio 2020, e comunque per non aver documentato alla Co.Vi.So.C., entro lo stesso termine, l’avvenuto pagamento degli emolumenti sopra indicati. Deferiti inoltre i dirigenti Giuseppe Di Natale e Davide Franco (Catania); Anna Durio (Siena).

COSA RISCHIANO I CLUB – Le società deferite potranno difendersi sostenendo la tesi di avere avuto la possibilità di pagare oltre il 16 marzo dopo l’arrivo dei vari decreti. Oltre ad un ammenda certa da quantificare, i club coinvolti sconteranno due punti di penalizzazione in questo campionato se si riprende a giocare oppure nel prossimo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy