Ternana, Bandecchi: “A Catania ho guardato Lucarelli con gli occhi di mio fratello scomparso”

Il presidente del club umbro ha rivelato un particolare inedito

di Redazione ITASportPress

La Ternana ha festeggiato sabato scorso la promozione in Serie B che è arrivata dopo tre anni di sofferenze in terza divisione. Il presidente del club rossoverde Stefano Bandecchi nel corso della trasmissione “L’imprenditore e gli altri” in onda su Cusano Italia Tv ha elogiato il tecnico Cristiano Lucarelli spiegando come è riuscito a convincerlo la scorsa stagione a sposare il progetto delle Fere. “Dopo la fine della scorsa stagione, Gallo aveva esaurito il suo lavoro con noi e c’erano tre nomi. Io mi ero un po’ innamorato di Lucarelli. Avevo un fratello, che non c’è più, che era innamorato calcisticamente di Lucarelli. La prima volta che l’ho incontrato, prima della partita a Catania, ascoltavo le parole di Lucarelli e cercavo di capire come mai mio fratello vedesse in lui un eroe -riporta ternananews.it-. Questa cosa ha in parte segnato questo incontro. Volendo guardare l’uomo Lucarelli con gli occhi di mio fratello mi sono trovato in una situazione emotiva particolare. Dopo che abbiamo eliminato il Catania nei playoff mi sono sentito in dovere di mandargli un messaggio. A fine campionato ho spinto il direttore ad incontrarlo. Io ho scommesso. Quando ho scelto Lucarelli insieme a Leone sono partite una serie di voci che avremmo litigato. Siamo soltanto due uomini normali che si sono conosciuti, incontrati e stati nel proprio ruolo senza mai sbavare. Vuol dire che sono intelligenti”.

(Getty Images)
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy