Atalanta, Percassi: “Affrontare il Real Madrid è come andare all’università”

Il presidente della Dea molto orgoglioso della squadra

di Redazione ITASportPress
Atalanta Percassi

La partita contro il Real Madrid di mercoledì è sicuramente la più importante della storia dell’Atalanta che si confronta con la squadra più prestigiosa e blasonata del mondo. Un’altra pagina importante dell’era Antonio Percassi. Il presidente nerazzurro ne ha parlato in un’intervista esclusiva a Sky Sport: “Incontriamo una squadra che ha vinto 13 Champions League, la conseguenza sarà che noi cresceremo in esperienza. Sarà come andare all’università, c’è sempre da imparare e questo fa crescere il gruppo. Speriamo di fare bella figura”.

Il Real Madrid dopo l’Ajax e il Liverpool: fanno 23 Champions League in totale. È l’orgoglio più grande?

“È una roba inimmaginabile, peccato non si sia potuto condividere tutto con i nostri tifosi”.

Il Real Madrid che ricordi evoca in Antonio Percassi?
“Uno squadrone, grande calcio, grandissimi giocatori e grandissima società. Dobbiamo affrontarli con umiltà, ricordandoci che siamo una squadra di provincia che ne affronta un’altra che ha fatto la storia del calcio, come accaduto con il Manchester City, il Liverpool e l’Ajax”.

Vincere una partita come quella col Napoli è stato il modo migliore di preparare questa sfida?

“Sicuramente. La nostra previsione migliore era proprio che capitasse questo. È stata una gara strana sotto ogni punto di vista, soprattutto nella gestione della partita da parte dell’arbitro. Gasperini si è lamentato e ha pienamente ragione”.

Avete superato i 40 punti, ora vi potete divertire?

“Speriamo siano sufficienti per la permanenza nella categoria, che è sempre il nostro primo obiettivo. Tutto quello che arriva in più è bellissimo”.

Muriel che ci fa nell’Atalanta?

“È un giocatore straordinario, è una goduria vedere come tocca la palla e i movimenti che fa. È fantastico, veramente un grande giocatore”.

Se dovessi dare un consiglio a Gasperini, cosa gli diresti?

“Ci confrontiamo, ma facciamo un mestiere diverso. Lui è un professore, è fantastico, e io faccio il presidente”.

La sua idea è sempre quella di tenere Gasperini a vita?

“Assolutamente sì”.

Papu Gomez Gasperini
Papu Gomez Gasperini (getty images)
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy