Atl. Madrid, potrebbe costare caro a Simeone aver mostrato i suoi «gioielli» alla Juve

Atl. Madrid, potrebbe costare caro a Simeone aver mostrato i suoi «gioielli» alla Juve

L’anno scorso Simeone è stato squalificato per 4 turni dall’Uefa per l’espulsione nella semifinale di andata di Europa League con l’Arsenal: aveva protestato a lungo quando l’arbitro Turpin aveva espulso Vrsaljko dopo 10 minuti (per doppio giallo)

di Redazione ITASportPress

L’Atletico Madrid allo Stadium di Torino potrebbe non avere in panchina il suo condottiero Simeone. Il tecnico argentino rischia un turno di squalifica dopo il gesto rivolto ai rivali della Juventus al Wanda Metropolitan. Al dipartimento disciplinare Uefa, ieri si è discusso di questo ma non è ancora stata presa una decisione che potrebbe arrivare oggi da Nyon. Secondo quanto riporta la Gazzetta dello Sport, gli scenari possibili sono tre.

TRIBUNA –  Il più preoccupante per Simeone è quello che vede l’Uefa aprire un procedimento disciplinare in base ai rapporti dell’arbitro e del delegato, oppure dopo aver visionato le immagini tv e letto i giornali. In questo caso sarebbe difficile per il tecnico sfuggire alla sanzione: una squalifica per «comportamento irriguardoso» gli impedirebbe di sedere in panchina nel ritorno. Secondo scenario: l’Uefa decide di vederci più chiaro, incaricando un ispettore di indagare per poi aprire un caso o meno. Infine, l’Uefa non interviene, considerando il gesto una semplice esultanza esagerata, il modo molto personale, da taverna, ma non offensivo, di far sapere al mondo che all’Atletico «tenemos huevos» (come se gli juventini non se ne fossero già accorti). L’argentino è plurirecidivo, come lui stesso ha ammesso dopo il 90’ ricordando le altre gare in cui s’era vantato dei suoi «gioielli».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy