Barcellona, Piqué: “Cresciuto al Manchester United anche grazie a Solskjaer. Non sottovalutiamoli”

Barcellona, Piqué: “Cresciuto al Manchester United anche grazie a Solskjaer. Non sottovalutiamoli”

“Io avevo 17 anni e lui era un veterano, mi aiutò ad adattarmi in fretta”

di Redazione ITASportPress
Piqué

Cresciuto nelle giovanili del Barcellona, ma poi passato al Manchester United dal 2004 dove è rimasto per altre 4 stagioni. Nel 2008 il suo ritorno in Spagna con la maglia dei catalani, per Gerard Piqué la sfida di Champions League valida per l’andata dei quarti di finale contro i Red Devils sarà una sfida dal sapore speciale.

A parlare delle emozioni e dei ricordi vissuti con la maglia degli inglesi è lo stesso difensore a margine della conferenza stampa prima della partita. Il classe ’87 ha voluto mettere in guardia i suoi senza dimenticare il grande lavoro del tecnico Solskjaer che, ai tempi in cui indossava la maglia del Manchester United, era stata per lui una guida.

RICORDI – “Solskjaer è stato un grande compagno di squadra allo United. Io avevo 17 anni e lui era un veterano di quella squadra, mi aiutò ad adattarmi in fretta. La sua qualità era evidente anche in allenamento. Sono contento che stia facendo un buon lavoro sulla panchina dei Red Devils. Ci aspetta una gara dura, ma speriamo di vincere. Per me è una partita speciale, sono diventato adulto con quella maglia, imparando tanto dentro e fuori dal campo. Ho giocato con davvero tanti grandi campioni. Che si vinca o si perda, scendere in campo all’Old Trafford è sempre unico”.

ATTENTI – E a proposito della gara e di rimonte. “Come ho visto la doppia gara tra il Manchester United e il Psg? È un grande esempio. Ho visto entrambe le partite, il PSG aveva giocato meglio a Old Trafford, ma non si può mai dare per morto il Manchester United”. Piqué e il Barcellona hanno vissuto in prima persona proprio una rimonta, nella passata stagione contro la Roma: “Può succedere, ma bisogna imparare la lezione. Cadi e ti rialzi. È stata dura, ma sono convinto che abbiamo appreso dai nostri errori. Nel calcio può succedere di tutto”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy