Champions League

Contro il Benfica la Juventus perde 4-3 e saluta la Champions

Contro il Benfica la Juventus perde 4-3 e saluta la Champions - immagine 1
Dominio Benfica per un'ora poi solo Juve nel finale ma non basta

Redazione ITASportPress

La Juventus è fuori dalla Champions dopo il poker del Benfica alla squadra bianconera che si è sciolta a Lisbona come neve al sole svegliandosi solo negli ultimi 15 minuti.  Dal 4-1 al 4-3 ma non basta per restare in Champions League a un turno dalla fine. Adesso anche l’Europa League rischia di sfuggire. Juventus come in Israele contro il Maccabi umiliata per almeno un'ora. Prestazione deludente nel complesso, ma questa Juve è irriconoscibile. Il Benfica dà spettacolo al Da Luz: dopo 17' va avanti con Antonio Silva, immediata la reazione bianconera con il pari di Kean convalidato dopo revisione al Var, poi però segnano Joao Mario su rigore (mani di Cuadrado) e Rafa Silva con una magia di tacco. Nella ripresa Rafa Silva trova la doppietta personale. Accorcia Milik al 77' per il 4-2 poi segna anche McKennie al 79' per il definitivo 4-3 anche se il Benfica sfiora il quinto gol ripetutamente. La Juve perde match ma anche Vlahovic per un problema muscolare.

 

tutte le notizie di