Liverpool, Klopp ammette: “La finale di Kiev ci ha segnato. E su Guardiola…”

Liverpool, Klopp ammette: “La finale di Kiev ci ha segnato. E su Guardiola…”

Il tecnico verso la gara di Madrid di Champions League

di Redazione ITASportPress
Klopp

Giornata di conferenza stampa per il Livepool e per Jurgen Klopp. Il tecnico dei Reds ha incontrato i media nell’appuntamento a Melwood. Ancora pochi giorni prima della finale di Champions League contro il Tottenham e l’allenatore è carico, così come la sua squadra.

Il manager del Liverpool ha parlato della gara, ma ha anche rivelato lo stato d’animo dei suoi giocatori quando, nella passata stagione, furono battuti proprio in finale, dal Real Madrid.

DELUSIONE – “Ricordo che eravamo frustrati e delusi, il piano era di tornare di nuovo in finale. La squadra vuole sempre migliorarsi, andiamo avanti grazie alla nostra forza di volontà. Quella partita di Kiev ha avuto una grande influenza su di noi. Ricordo quella situazione quando eravamo in coda all’aeroporto mentre tornavamo a casa, tutti delusi a testa bassa. Ma il nostro piano era  quello di tornare in finale e ora ci siamo. È semplicemente incredibile”.

SFIDA – “Siamo molto eccitati all’idea di giocare una gara così importante. Forse abbiamo maggiore esperienza rispetto a loro ma sarà una gara difficile. Dobbiamo essere pronti ad affrontarla nel modo migliore. La caratteristica migliore della squadra è che vuole sempre migliorare. Prendo Milner come una esempio: ha 33 anni ma ha sempre tanta voglia di fare meglio. Il Tottenham? Abbiamo vinto entrambe le volte in campionato, ma questa è una partita a sé”.

STOCCATA – Un piccolo pensiero anche a Guardiola e al Manchester City: “Pep ha detto che è meglio vincere il campionato piuttosto che la Champions League? Giusto che lo dica. Lo deve dire perché non arriva in finale di Champions da un pò. Ma è un grandissimo allenatore e merita ogni lode possibile”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy