Real Madrid, il “Bernabeu” può attendere: ecco perchè l’Inter giocherà al “Di Stefano”

Domani l’Inter di scena nel piccolo impianto di Madrid e non al Bernabeu

di Redazione ITASportPress

Real Madrid-Inter è una sorta di derby d’Europa. Tante partite storiche al Santiago Bernebeu con protagonisti i vari Gallego, Santillana e Hierro per i Blancos e Altobelli, Bergomi e Bordon per i nerazzurri. Domani l’almanacco si arricchirà di una nuova sfida tra le due squadre ma ci sarà una grande novità rispetto al passato. Si giocherà non al Bernabeu ma al piccolo stadio “Alfredo Di Stefano”, centro di allenamento delle Merengues. Molti si sono chiesti il perchè la squadra di Zidane non giochi la partita che il tecnico francese ha definito decisiva per gli ottavi di finale di Champions League nel mitico Bernabeu. Il Real Madrid ha deciso di spostarsi nel piccolo impianto visto che le partite si disputeranno a porte chiuse per l’emergenza. Pertanto, gli incontri a Valdebebas potrebbero essere portati avanti fino alla prima metà del prossimo anno, a prescindere dall’evoluzione dell’emergenza sanitaria tanto che il club ha dovuto apportare delle modifiche. In particolare, è stata adattata l’illuminazione dello stadio con tecnologia LED per le trasmissioni televisive in 4K ed è stato necessario trasferire la tecnologia VAR (telecamere e monitor installati nel Bernabéu). Solo così Liga e UEFA hanno potuto dare il loro benestare all’utilizzo dell’impianto fino a data da destinarsi. Insomma domani non sarà possibile gridare al “clamoroso al Bernabeu” se la squadra di Conte violerà il campo di gioco del Real Madrid.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy