Svarioni difensivi e super Messi: il Napoli cede contro il Barcellona 3-1

Gli azzurri si fermano agli ottavi

di Redazione ITASportPress

Non basta un Napoli volenteroso per superare l’ostacolo Barcellona. I catalani si confermano squadra cinica ed esperta, capace di capitalizzare a proprio vantaggio gli episodi. Al contrario gli azzurri di Gattuso pagano alcune ingenuità sotto porta e in fase difensiva, recriminando anche per la concessione del primo gol dei blaugrana, nonostante un possibile fallo di Lenglet.

Luis Suarez, Barcelona (Getty Images)

LA GARA

I favori del pronostico sono tutti per il Barcellona, ma dopo 90 secondi la prima grande occasione capita sui piedi di Mertens che sfrutta una sponda involontaria di Piqué e colpisce al volo centrando il palo esterno. Passata la paura, il Barcellona si spinge in attacco e al 10′ sblocca l’incontro con il colpo di testa di Lenglet sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Proteste del Napoli per un presunto fallo del difensore del Barcellona. Al 23′, però, gli azzurri non possono fare altro che applaudire la prodezza di Messi che salta due uomini, scivola, recupera palla e insacca alle spalle di Ospina con un sinistro splendido in caduta. Il Napoli accusa il colpo e al 45 incassa il tris su rigore di Suarez dopo un fallo ingenuo di Koulibaly ai danni dello stesso Messi. In pieno recupero ecco la rete degli azzurri che riapre l’incontro. Mertens anticipa Rakitic che lo stende. Insigne non sbaglia e accorcia. Nella ripresa il Barcellona abbassa sensibilmente i ritmi. Il Napoli si rende pericoloso con Insigne che di testa non riesce a indirizzare la sfera e spedisce il pallone centralmente tra le braccia di Ter Stegen. Gli azzurri spingono e rischiano sulle ripartenze del Barça che però non punge. Finisce 3-1 per i catalani che approdano alle Final Eight.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy