Spal, Marino: “L’espulsione ha cambiato la partita, poi abbiamo fatto l’impresa”

Le parole del tecnico degli estensi

di Redazione ITASportPress

Impresa della Spal in Coppa Italia: il club estense si impone contro il Sassuolo negli ottavi. Un capolavoro clamoroso, reso possibile da Missiroli e Dickmann. Il tecnico Pasquale Marino commenta questo risultato incredibile ai microfoni di Rai Sport: “Posso solo fare i complimenti al Sassuolo per il grande primo tempo. L’espulsione ha cambiato la partita, senza per noi sarebbe stato complicato., Il Sassuolo gioca bene, è difficile limitare il loro palleggio. Sono contento perché la squadra ha fatto il massimo e abbiamo sfruttato la superiorità numerica. Li abbiamo limitati, ma quando arrivano sulla trequarti sono imprevedibili perché giocano molto bene. Abbiamo cercato di chiudere tutti i varchi e, sfruttando la superiorità numerica, abbiamo cercato la qualificazione. E’ stata un’impresa dato che il valore dell’avversario non lo scopriamo oggi. Complimenti ai miei ragazzi, hanno lottato su ogni pallone ma è evidente che il vantaggio della superiorità numerica e l’aver segnato ha messo la partita come volevamo noi sfruttando gli spazi che il Sassuolo concedeva”.

UOMINI-CHIAVE

Marino si sofferma anche sugli uomini decisivi per questa vittoria: “Non ho dubbi sui miei. Berisha è il portiere più forte in B e anche oggi lo ha dimostrato. Purtroppo abbiamo avuto tanti problemi e nonostante questo siamo lì a giocarci la promozione. Paloschi ha avuto il Covid, D’Alessandro non è stato bene: sono giocatori che hanno fatto la Serie A e devono ancora esprimere il loro massimo. Con il loro recupero possiamo essere ancora più competitivi”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy