ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

Esclusiva

Atalanta, Tacchinardi a ISP: “A gennaio trequartista e punta e se Kulusevski…”

(Getty Images)

L'ex calciatore della squadra orobica ha analizzato ai microfoni di Itasportpress il momento della Dea

Redazione ITASportPress

Ha sfiorato l'impresa l'Atalanta sul terreno del Manchester United in Champions League, ma dal possibile 3-1 si è passati in poco tempo al 3-2 per la squadra di Cristiano Ronaldo. A riguardo, la redazione di ItaSportPress.it ha intervistato in esclusiva Alessio Tacchinardi, ex calciatore degli orobici.

Ha realmente creduto che gli orobici potessero sbancare l’Old Trafford?

“Dopo il gol di Demiral ho avuto un brutto presentimento”.

Ossia?

“Ho giocato tante volte all’Old Trafford contro il Manchester. Paradossalmente, quando vai in vantaggio subito, rischi di subire l’effetto pubblico. In quello stadio è per davvero il dodicesimo uomo in campo. Lo percepisci”.

L’Atalanta ha ancora chance per qualificarsi?

“E’ il girone più difficile in assoluto, ma l’Atalanta ha tutte le carte in regola per farcela. Sarà fondamentale la prossima partita. Questo è un gruppo in cui lo Young Boys è stato troppo sottovalutato sulla carta, ma io sapevo che sarebbe stata la mina vagante”.

Può farcela anche un’Atalanta rimaneggiata, con le “seconde linee”?

“No, rispetto alla partita di ieri l’Atalanta deve recuperare tutti. Se i big staranno al 100% la qualificazione agli ottavi sarà ancora aperta”.

Ritiene che le tante energie spese all’Old Trafford possano avere ripercussioni sulla prossima sfida dei bergamaschi in campionato contro l’Udinese?

“In nessun modo. Ormai l’Atalanta sono anni che fa la Champions. Sa perfettamente come dosare le energie, anche a livello psicologico. Io mi aspetto invece energia positiva”.

Per quali ragioni?

“Perché per un tempo l’Atalanta è riuscita a mettere alle strette lo United all’Old Trafford! Il Manchester ha Pogba che, da solo, vale praticamente tutto il parco giocatori dell’Atalanta a livello di stipendio”.

In un campionato così aperto l’Atalanta può ambire a qualificarsi nuovamente in Champions?

“Sì, a due condizioni”.

Ossia?

“Che tutti siano sempre al top e che vengano fatti almeno due acquisti a gennaio: servono un trequartista e una punta”.

Kulusevski potrebbe fare al caso degli orobici?

“Dipende da lui. Quando giochi nella Juventus il posto fisso non te lo garantisce nessuno. Se lui ha l’ambizione di rimanere un calciatore della Juventus deve dare il tutto per tutto per restare lì”.

 (Getty Images)
tutte le notizie di