ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

Esclusiva

Ballotta a ISP: “Lazio attenta, Inzaghi conosce tuo Dna. Inter da Scudetto con…”

Lazio Inzaghi, getty images

Intervista al portiere di Lazio e Inter che si scontrano nel prossimo turno di A

Redazione ITASportPress

Riguardo all’imminente Lazio-Inter, la redazione di ItaSportPress.it ha intervistato in esclusiva Marco Ballotta, ex portiere tanto biancoceleste (1997-2000 e 2005-2008), quanto nerazzurro (2000-2001).

 Getty Images

Conosce a perfezione Simone Inzaghi: quanto vantaggio ha nell’affrontare la Lazio, sua ex squadra, praticamente da lui allestita e codificata?

“Esatto, sostanzialmente i giocatori sono gli stessi. Sicuramente Simone potrebbe avere un vantaggio, conoscendo pregi e difetti di ogni singolo calciatore. Il Dna biancoceleste”.

Che tipo di accoglienza si aspetta da parte dell’Olimpico?

“Per me verrà acclamato. Ha scritto pagine di storia della Lazio, prima da calciatore e poi da allenatore. Non credo lo fischino solo perché è andato via”.

Come vivrà l’emozione di affrontare la sua ex squadra?

“Non dico che Simone sia un freddo, però quando scende in campo pensa solo a far vincere la sua squadra. Logico che per lui non può essere una partita come le altre, questo è chiaro”:

L’ha convinta sin qui il suo cammino con l’Inter?

“Sì, sta facendo molto bene, in un campionato molto più equilibrato rispetto alla scorsa stagione”.

E la Lazio? Quanto tempo è disposta a concedere la società a Sarri?

“Purtroppo nel calcio, specie in Italia, non si vuole mai dare tempo a nessuno. Secondo me si è iniziato un nuovo percorso e Sarri va supportato”.

Certamente non è ausiliare la costante alternanza Reina-Strakosha…

“Strakosha sembrava avvertire troppo poco la pressione di un secondo portiere valido. Reina è un signor estremo difensore e non era di certo alla Lazio per fare la chioccia… Vedremo come si definirà la gerarchia”.

Ha parlato di campionato equilibrato: chi lotterà, fino alla fine, per lo scudetto?

“Secondo me Inter e Napoli. E occhio dietro alla Juve che arriva”.

 (Getty Images)
tutte le notizie di