Beppe Materazzi a ISP: “Se mio figlio Marco mi avesse dato ascolto avrebbe scelto basket e non calcio. Diventerà un bravo tecnico”

Le parole del direttore generale della Casertana ai microfoni di ItaSportPress

di Redazione ITASportPress

Giuseppe Materazzi è da pochi giorni il nuovo direttore generale della Casertana. Un ruolo dirigenziale per l’ex tecnico di Lazio e Bari, ma anche un ritorno nella squadra campana dopo le esperienze sulla panchina dal 1985 al 1987 e nell’annata della serie B del 1991/92. Materazzi è anche il papà di due figli molto famosi, Matteo, agente di calciatore e soprattutto di Marco, ex giocatore di Inter e Perugia e campione del mondo con l’Italia nel 2006, ora tecnico dello Chennaiyin, squadra indiana. Ai microfoni di ItaSportPress.it, Materazzi parla dei suoi primi giorni a Caserta con il nuovo incarico dirigenziale: “Sono ormai 4-5 anni che non alleno più, ma sono passato dietro la scrivania. Si tratta di un ruolo diverso, ho un impatto diverso nella gestione della squadra. Non si tratta più di stare sul campo o dettare la formazione, ma anche di occuparsi di altro, come ad esempio il mercato”.

Si aspettava che suo figlio Marco diventasse tecnico?
“Mi sto informando con Alessandro Potenza che è stato con lui in India e mi ha detto che sta facendo passi da giganti nella gestione del gruppo e nella lettura della gara. Sono felice per lui, diventerà un bravo allenatore. A volte ridiamo sul fatto che lo avrei indirizzato più sul basket invece che con il calcio. Essendo molto alto non gli avrei fatto fare calcio, anzi non pensavo minimamente e invece lui mi ricorda sempre che mi sono sbagliato. E in effetti non sarebbe diventato il campione che è. Mi auguro che prima della fine della mia carriera di poter lavorare con lui. Sarebbe una splendida cosa”.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per seguirci su Twitter

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy