ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

Esclusiva

Braida a ISP: “Obiettivo Juve? Ha ragione Allegri. Ibrahimovic non è al capolinea”

Ibrahimovic (getty images)

L'ex dirigente del Milan e del Barcellona ha parlato ai microfoni di Itasportpress

Redazione ITASportPress

Riguardo all’attualità calcistica nostrana, la redazione di ItaSportPress.it ha intervistato in esclusiva Ariedo Braida, consigliere strategico della Cremonese.

Come commenta l’andamento del campionato italiano?

“E’ un campionato, oggettivamente, molto avvincente: le prime due hanno avuto un momento di flessione, allo stato attuale…”.

Per quali ragioni, a suo avviso?

“Nel lasso di una stagione molto lunga ci può anche stare di incontrare periodi difficili. Ma l’organico di Inter e Milan non si discute, oggettivamente parlando”.

Conosce Ibra: la sua carriera è giunta al capolinea?

“Ibra resta sempre Ibra: il campione non si discute. Sul suo futuro è lui a dover fare tutte le valutazioni opportune. E’ frenato da qualche infortunio, ma se ha grandi motivazioni può sicuramente continuare senza problemi”.

Quale futuro prospetta per Kessie?

“Non ho la sfera di cristallo. Io so solo che, finchè è un giocatore del Milan, deve dare tutto per la maglia. Come, credo, stia facendo…”.

La Juve è ancora in corsa per lo scudetto?

“Sette punti non mi sembrano pochi. Consideriamo poi che l’Inter ha anche una partita in meno… Credo abbia ragione Allegri nel dire che l’obiettivo della Juve sia il quarto posto”.

La “sua” Cremonese invece?

“E’ un campionato di B molto avvincente! Ci sono otto squadre in lotta. Puoi trovarti primo, come ottavo da un momento all’altro”.

Come procede la crescita di Fagioli? La Juve lo sta monitorando a livello di crescita?

“Non c’è bisogno di monitorarlo. E’ giovane e sta facendo il suo percorso. Noi dobbiamo metterlo nelle condizioni di giocare, senza avvertire troppe pressioni. E’ un giocatore di grande talento e lo sta dimostrando”.

 Braida (getty images)
tutte le notizie di