ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

Esclusiva

Canuti a ISP: “A. Madrid e Porto non ridimensionano il Milan che è da scudetto”

Milan (getty images)

L'ex difensore rossonero ha parlato ai nostri microfoni

Redazione ITASportPress

In merito all’attualità in chiave Milan, la redazione di ItaSportPress.it ha intervistato in esclusiva Nazzareno Canuti, ex calciatore dei rossoneri.

L’ha sorpresa la sconfitta del Milan contro il Porto?

“No, perché il girone del Milan è complicatissimo. Ogni squadra che affronti è fortissima. In più ha influito un altro fattore…”.

L’arbitraggio…

“Esatto, tra Porto e Atletico il Milan è stato troppo penalizzato. Ma ha ragione Pioli: recriminare sugli arbitraggi non ha molto senso. Ora il Milan deve rimboccarsi le maniche e provare a qualificarsi almeno per l’Europa League”.

Lo reputa un obiettivo raggiungibile?

“Sì, perché ora è tornato anche Ibra: quando sarà al meglio, il Milan potrà aspirare a fare buone cose anche in Europa, non solo in Italia”.

Crede, tuttavia, che l’assenza di Maignan possa scompaginare le carte in ottica stagione rossonera?

“E perché mai? Maignan è un ottimo portiere, ma non mi sembra che contro Verona e Porto il Milan abbia subito gol a causa di Tătărușanu. Anche con lui tra i pali il Milan ha le spalle ben coperte”.

 Qual è il calciatore rossonero che l’ha sorpresa di più?

 “Theo Hernandez. E’ impressionante! Mi vorrei sbilanciare su di lui…”.

Può diventare un top player?

“Può diventare il migliore nel suo ruolo se migliora nella fase difensiva. E’ stato un grandissimo colpo di mercato di due anni fa”.

Come giudica invece la crescita di Leao?

“Grandissimo calciatore. E’ giovane, ma ha ampi margini di crescita. Se Pioli ci insiste può raggiungere vette importanti”.

Il contratto di Kessie potrebbe avere ripercussioni sull’annata del Milan?

“No, credo sia una questione tra lui e la società; la squadra ne sta fuori. Inoltre credo che, dopo i casi Donnarumma e Çalhanoğlu, il Milan non si farà beffare di nuovo così facilmente”.

Reputa i rossoneri favoriti per lo scudetto?

“Sicuramente il Milan è tra le mie prime quattro. Però aspettiamo dicembre per valutare”.

 

tutte le notizie di