ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

Esclusiva

Genoa, Onofri a ISP: “Da Sheva non ci aspettavamo di più. Ferrero? La Samp nel derby…”

(Getty Images)

Ai microfoni di Itasportpress l'ex difensore del Grifone

Redazione ITASportPress

In merito all’imminente Derby della Lanterna, la redazione di ItaSportPress.it ha intervistato in esclusiva Claudio Onofri, ex calciatore del Genoa.

Che tipo di partita si aspetta tra Genoa e Sampdoria?

“Secondo me sarà molto combattuta. Bisogna fare molta attenzione a una componente, peculiare di entrambe le squadre…”.

Quale?

“Il pressing alto. Ovviamente avviene soltanto contro squadre alla loro portata, però credo che, essendo altissima la posta in palio, Genoa e Samp si affronteranno a viso apertissimo, per portare a casa il risultato. E’ anche una questione di reputazione”.

Si aspettava qualcosa in più dal “suo” Genoa?

“No, sapevo che sarebbe stata un’annata difficile. C’è stato un ricambio generazionale importante ed è cominciato un progetto nuovo: ci vuole del tempo”.

Come commenta l’esonero di Ballardini in favore di Shevchenko, rimanendo in quest’ottica?

“A mio giudizio è una scelta della nuova proprietà. Ciò non toglie che Ballardini rimane, in ogni caso, un grandissimo allenatore”.

Shevchenko, sin qui, ha deluso le aspettative…

“Veramente un po’ tutti non si aspettavano qualcosa in più. Arrivi e, in un colpo solo, affronti Roma, Milan e Juventus… Ci vuole tempo! Gradualmente vedremo i frutti del suo lavoro”.

Rovella è un prospetto già da Juventus?

“E’ in prestito al Genoa e ha grandissime qualità. Lasciamolo crescere, senza troppe pressioni addosso”.

E Cambiaso? Pare sia già chiacchierato in molti contesti blasonati…

“Cambiaso è un buon giocatore, ma è molto giovane. Anche lui deve crescere. Da quello che ho capito piace molto a Shevchenko”.

Come giudica la vicenda Ferrero?

“Sono dispiaciuto perché non sono notizie positive da accogliere. Mi sembra però che la Samp non c’entri nulla con le sue vicissitudini giudiziarie”.

Molti tifosi blucerchiati esultano di fronte all’evento, delusi dal suo operato…

“Con Ferrero la Samp non ha mai dato, fino in fondo, continuità a un progetto tecnico specifico: si cambiava sempre tutto alle prime difficoltà. Comprendo la loro delusione”.

L’arresto di Ferrero può avere ripercussioni sulla tenuta mentale della squadra nel derby di domani?

“No, sono passati diversi giorni e i calciatori della Samp hanno una mentalità da professionisti tale da non farsi distogliere. C’è da dire però una cosa…”.

Prego.

“Adesso bisogna capire chi, concretamente, assumerà le redini della società: il mercato di gennaio è dietro l’angolo e credo che la Samp abbia bisogno di un rinforzo a centrocampo”.

Genoa e Samp riusciranno a salvarsi?

“C’è tutto un girone di ritorno da giocare. Può cambiare di tutto. Non bisogna stilare verdetti a Natale: sei a malapena a metà strada”.

tutte le notizie di