Inter, Macellari a ISP: “Dispiace per Pioli, ma arriva Simeone. Manca uno come Brehme”

“Icardi non convocato? Magari l’appuntamento è solo rimandato. Vallo a capire cosa c’è dietro…”

di Marco Carmanello, @MarcoCarmanello

Fabio Macellari, ex difensore dell’Inter, in esclusiva ai microfoni di ItaSportPress.it ha toccato diversi temi d’attualità in chiave nerazzurra; ecco le sue dichiarazioni:

Nonostante l’ottima media punti, Pioli viene criticato praticamente ogni qual volta che non ottiene una vittoria: qual è il suo parere a riguardo?

“Io l’ho vista prima di Cagliari-Inter in albergo e ho chiacchierato con lui, è una persona eccezionale. E’ all’Inter da poco, se resta farà ancora meglio. Tuttavia, rimane il punto interrogativo che ha un nome e un cognome: Diego Pablo Simeone. E’ certo che, prima o poi, l’attuale allenatore dell’Atlético Madrid sieda sulla panchina del Meazza, lui che tra l’altro ha il cuore nerazzurro. Difficile dire quando, ma prima o poi arriverà il Cholo. Peccato per Pioli, perché è tanto serio quanto bravo: mi dispiacerebbe”.

Ancora una volta Bauza, commissario tecnico dell’Argentina, ha snobbato Icardi dopo la squalifica di Higuain, preferendogli Alario: come se lo spiega?

“Non ci capisco niente, nell’Argentina sono tanti i fenomeni. Magari l’appuntamento è solo rimandato. Vallo a capire cosa c’è dietro. Di sicuro parliamo di un fenomeno che si è già consacrato”.

Storicamente l’Inter a sinistra ha avuto difficoltà a valorizzare i terzini: non crede che magari, in vista della prossima stagione, possa servire un giocatore alla “Macellari”?

“Rispetto ai miei tempi è cambiato tutto. Quando giocavo nell’Inter rimasi spiazzato perché la formazione cambiava ogni domenica. Con Mourinho, invece, l’ambiente era ideale e un terzino poteva inserirsi nel migliore dei modi. Ora è un gioco diverso, una volta si curava di più la fascia. Magari, più che un Macellari, servirebbe uno come Brehme”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy