Palermo, Arcoleo a ISP: “Battere la Lazio vuol dire salvezza. Zamparini? Un grande presidente…”

Palermo, Arcoleo a ISP: “Battere la Lazio vuol dire salvezza. Zamparini? Un grande presidente…”

L’ex giocatore e allenatore del Palermo è intervenuto in esclusiva ai nostri microfoni per analizzare il momento difficile dei rosanero

di Marco Carmanello, @MarcoCarmanello

Per il Palermo è un momento a dir poco delicato, perché se il campionato finisse adesso sarebbe Serie B. Nella storia del club siciliano ha ricoperto un ruolo importante Ignazio Arcoleo, protagonista sia da giocatore che da allenatore. All’indomani del passo falso sul campo del Chievo Verona, Arcoleo ha analizzato la situazione attuale della squadra di Walter Novellino in esclusiva ai microfoni di Itasportpress.it: “Non mi aspettavo la sconfitta del Bentegodi, ma guardo il bicchiere mezzo pieno: per fortuna non pregiudica la classifica perché sia il Carpi che il Frosinone hanno perso e i giochi sono ancora aperti. Con la Lazio è un’occasione ghiotta perché è stato esonerato Pioli e quindi se è vero che il Palermo non ride nemmeno la Lazio può gioire. Novellino deve fare uscire ai suoi delle motivazioni speciali per fare la partita dell’anno. Mancherà un giocatore carismatico come Vazquez, squalificato, ma può succedere di tutto. Se si vince sarà salvezza. Mi auguro di vedere un Barbera gremito, perché posso garantire che il pubblico è il dodicesimo uomo in campo. C’è bisogno dell’apporto del pubblico in un momento del genere. I tifosi devono dare fiducia alla squadra e, a proposito di fiducia, posso dire che sono fiducioso per la salvezza perché Zamparini è un grande presidente, Novellino un ottimo allenatore e i giocatori sono forti”.

Come commenta le dichiarazioni di stamattina del presidente Maurizio Zamparini?

“Lui sa quello che vuole, comunica in questi termini per svegliare la squadra. L’accenno alla assenza di Vazquez, ad esempio, serve per stimolare gli altri calciatori. Tutti devono dare di più contro la Lazio per sopperire all’assenza del Mudo”.

Il mister Walter Novellino, da quando è subentrato a Giuseppe Iachini, ha raccolto un solo punto nelle ultime tre partite: si aspettava un impatto diverso, in termini di risultati, con l’allenatore campano?

“Novellino è subentrato in una situazione non idilliaca, non è facile per nessuno prendere in mano le redini di una squadra che ha dei problemi. Lui è bravo e deve avere la possibilità e il tempo di organizzarsi”.

Capitolo Franco Vazquez: si aspettava una stagione migliore da parte del Mudo?

“Vazquez ha fatto un bel campionato, ma non è stato così fortunato come quello precedente visti i tanti legni che ha preso. Mi auguro che approfitti della squalifica contro la Lazio per ricaricare le batterie, è un valore aggiunto. Ha l’opportunità per recuperare le energie nervose e fisiche in vista del finale di campionato”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy