ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

Esclusiva

Scarnecchia a ISP: “Roma, ‘Mou’ sfrutta tensione. C’è un’incognita per il Napoli”

(Getty Images)

Roberto Scarnecchia, ex calciatore tanto giallorosso (1977-1982), quanto partenopeo (1982-1983) ha parlato a Itasportpress

Redazione ITASportPress

In merito all’imminente Roma-Napoli, la redazione di ItaSportPress.it ha intervistato in esclusiva Roberto Scarnecchia, ex calciatore tanto giallorosso (1977-1982), quanto partenopeo (1982-1983).

Che tipo di match si attende?

“Un match bello tosto e complicato, sia per la Roma, sia per il Napoli. Certo: i partenopei hanno più pressioni”.

Per quali motivi? La classifica è dalla loro…

“Proprio per questo. Il Napoli è chiamato a vincere per consolidare il primato. Il Milan avrà, per esempio, già giocato la sera prima… Le altre dietro viaggiano”.

Che sta succedendo in casa Roma? Mourinho attacca la squadra dopo la debacle in Conference League, Thiago Pinto attacca senza mezzi termini i giornalisti…

“Sono due professionisti assoluti nel loro settore: sanno perfettamente quello che fanno”.

Ha tuttavia senso continuare a parlare dell’arbitraggio di Juventus-Roma alla vigilia di una partita europea e, soprattutto, con il Napoli all’orizzonte?

 “Per me Mourinho vuole sfruttare questa tensione costruttivamente. A volte la chiarezza, con i propri calciatori, vale più di ogni cosa. Dopo questa sfuriata si aspetta sicuramente una Roma diversa. Ha voluto colpire i giocatori nell’orgoglio”.

L’episodio legato a Abraham in Juve-Roma può avere ripercussioni sulla stagione dei giallorossi?

 “Sarà il tempo e la stagione a decretarlo. Bisogna avere la forza di voltare pagina. Logico che, è oggettivo, Orsato ha fischiato prima che l’azione terminasse…”.

Tornando al Napoli in vetta: si aspettava un simile avvio sprint?

“Sì, si poteva tranquillamente prevedere. Spalletti non è l’ultimo arrivato. L’unica incognita è l’atteggiamento dei partenopei: rimarrà questo tutte le partite? Ci vuole una mano da tutti”.

A chi si riferisce in particolare?

“Ad alcuni che non hanno reso all’altezza delle aspettative. Osimhen e Anguissa hanno fatto benissimo, ma Mertens – per esempio – può e deve fare di più”.

In più c’è l’incognita legata al rinnovo di Insigne…

“Se Insigne gioca sempre come in Europa League è futile parlare di problemi sul rinnovo”.

tutte le notizie di