Sci, C. Innerhofer a ISP: “Sto facendo grande stagione e voglio vincere a St. Moritz. Farò anche gigante”

Sci, C. Innerhofer a ISP: “Sto facendo grande stagione e voglio vincere a St. Moritz. Farò anche gigante”

L’Italia della velocità può contare anche su Christof Innerhofer, in questa parte finale della stagione per ottenere un’altra vittoria in discesa, o anche nel supergigante, dopo quella di Peter Fill a Kitzbuehel.

di Redazione ITASportPress

L’Italia della velocità può contare anche su Christof Innerhofer in questa parte finale della stagione per ottenere un’altra vittoria in discesa, o anche nel supergigante, dopo quella di Peter Fill a Kitzbuehel. Il 31enne campione di Gais, sulla pista coreana di Jeongseon, che ospiterà nel 2018 le Olimpiadi, si è piazzato al secondo posto, subito dietro ad uno straordinario Carlo Janka.

Ai microfoni di Itasportpress.it, Innerhofer confessa di sentirsi in forma e promette di voler fare meglio nelle gare restanti dopo il primo podio stagionale: “Mi sento bene e confesso che il vero Innerhofer è tornato mettendosi alle spalle la difficile scorsa stagione dove sono stato sopraffatto dal dolore alla schiena e l’infortunio al ginocchio”.

LA STAGIONE – “In estate ho lavorato bene e mi sentivo di poter ottenere risultati più importanti del secondo posto in Corea ma purtroppo ho perso tante posizioni nella World Cup Starting List di specialità partendo con pettorali alti sia in discesa che in supergigante. Comunque sia, sono cresciuto parecchio, arrivando quinto a Wengen a soli 7 centesimi dal podio, quarto nella ormai celebre discesa di Santa Caterina Valfurva dove sono rimasto agganciato per gran parte della gara ad un palo e poi il secondo posto sulla pista coreana di Jeongseon. Non è andata bene in Val Gardena ma tutti sanno che quella pista non si addice alle mie caratteristiche”.

ST. MORITZ – “Sto facendo una grande stagione e prima che andiamo in letargo voglio conquistare una vittoria. Guardando il calendario e le caratteristiche delle piste, penso di poter fare benissimo a St. Moritz, in finale di Coppa del Mondo, ma ci proverò anche altrove visto che dentro di me ho una grande carica e quando metto gli sci davanti il cancelletto ho tanta voglia di lanciarmi e scendere a tutta. Ho sensazioni positive che non avevo lo scorso anno. Lo spirito è completamente diverso perché posso decidere come allenarmi a differenza della complicatissima scorsa stagione dove tutto era condizionato dai miei acciacchi fisici”.

SFORTUNA – “Mi sento di poter dire di essere nelle condizioni di centrare un successo nella fase finale della stagione. Già a Garmisch potevo farcela a salire sul podio ma purtroppo non ho trovato il giusto setup ma sentivo di poter fare meglio. Mi è mancato anche un pizzico di fortuna, ma mi sento di essere in questo momento ad un livello superiore rispetto a Sochi quando conquistai la medaglia d’argento alle Olimpiadi in terra russa”.

SVINDAL – “Dispiace che non ci sia in questa parte finale della stagione il campione norvegese Svindal, un vero numero uno sulle piste. Senza di lui si perde lo spettacolo e la competizione. Grazie a Svindal e Miller, la gente si è appassionata maggiormente a questo sport amandolo sempre di più”.

GIGANTE – “Ho sempre cercato di confrontarmi con il gigante ad ogni inizio di stagione, per poi mollare la disciplina e concentrarmi sulla velocità. Ma vi svelo un segreto: tornerò nuovamente a fare il gigante nelle prossime gare di Coppa del Mondo. Ci proverò in queste ultime gare stagionali sperando che il tempo non mi faccia brutti scherzi”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy