Taranto, Roselli a ISP: “Senza tifosi del Catania allo Iacovone è una sconfitta per lo sport. Rossazzurri pagano lo scotto della penalità…”

Taranto, Roselli a ISP: “Senza tifosi del Catania allo Iacovone è una sconfitta per lo sport. Rossazzurri pagano lo scotto della penalità…”

Le parole del direttore generale del club pugliese ai microfoni di ItaSportPress

di Redazione ITASportPress

Domenica prossima nuovo appuntamento con il campionato di Lega Pro. Il Catania di Rigoli affronta il Taranto di Papagni in un match valevole per la 7/a giornata (ore 20.30, diretta scritta su ItaSportPress dalle ore 19.30). Una gara che evoca ricordi ancora ben nitidi nella tifoseria rossazzurra: la celebre partita dello stadio Erasmo Iacovone nel giugno 2002 che diede agli etnei la promozione in Serie B. I pugliesi non dimenticano quella gara e già il responsabile dell’area tecnica, Franco Dellisanti, ai nostri microfoni, ha parlato di partita da vincere, molto sentita dalla tifoseria. Non ci saranno i supporter etnei, una “sconfitta” per lo sport così come conferma, sempre ai nostri microfoni, il direttore generale del club, Aldo Roselli: “Si, lo è, mi dispiace moltissimo che non ci siano i tifosi del Catania. Avevamo realizzato un comunicato congiunto la scorsa settimana in cui mettevamo da parte quanto accaduto 14 anni. Sono fatti del passato, non ci deve essere nessuna ruggine. Spero che sia una bella partita. Parliamo tanto di abbattimento delle barriere architettoniche, di stadi confortevoli e poi vietiamo le trasferte alle squadre ospiti. Bisogna intervenire perchè così è un controsenso che penalizza l’intera categoria”.

Sul Catania, il direttore Roselli è chiaro: “Una bella squadra, anzi direi proprio che il Catania ha due squadre, un organico profondo con tante alternative. Purtroppo credo che la penalizzazione abbia influito molto e spero che torni a vincere, ma non da domenica prossima, dalla successiva (ride, ndr).”

Sul Taranto, invece, Roselli si dice soddisfatto dell’avvio di campionato: “Otto punti dopo sei giornate non è un bottino disprezzabile, con un ripescaggio, un calciomercato realizzato in pochi giorni. Per noi l’obiettivo è mantenere la categoria e stiamo rientrando ampiamente nel nostro obiettivo Foggia e Lecce in fuga verso la vittoria? Beh, secondo me non ci sono solo loro per la promozione, ma metterei anche Matera e Juve Stabia, ma altre squadre potrebbero inserirsi”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy