ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

Esclusiva

Trento, ds Gementi a ISP: “Non meritavamo i playout ma siamo pronti per la Giana”

Il ds del Trento, Attilio Gementi ha parlato ai microfoni di Itasportpress

Redazione ITASportPress

Il Trento si prepara al doppio confronto con la Giana Erminio che vale la permanenza in Serie C. La squadra gialloblu' è finita allo spareggio per non retrocedere nonostante la bella vittoria sul terreno dell'AlbinoLeffe con le reti di uno scatenato Riccardo Bocalon, ma a seguito di una serie di risultati clamorosi è finita ai playout. Il ds trentino, Attilio Gementi ai microfoni di Itasportpress.it conferma che la squadra gialloblu' sta lavorando bene in funzione dell'obiettivo salvezza: "I ragazzi li vedo molto concentrati in allenamento e si stanno preparando al confronto con la Giana con la giusta mentalità per arrivare all'obiettivo. Naturale che dobbiamo trasformare la rabbia in energia positiva perchè non meritavamo di fare i playout. La Giana è una squadra scorbutica e difficile da affrontare però dobbiamo lavorare ed essere concentrati per tutti i 180' perchè sarà un impegno difficile".

BOCALON - Riccardo Bocalon, attaccante del Trento è sulla stessa frequenza di Gementi e al quotidiano "Alto Adige" ha avvisato i suoi compagni di squadra che non sarà facile aggiudicarsi il doppio confronto: «Le prossime due sfide saranno particolari. Penso che, seppur i valori sulla carta possano essere equivalenti, in gare come queste si azzeri tutto. È vero: noi avremo il vantaggio di avere due risultati su tre ma questo non dovrà condizionarci. Dovremo sfruttare tutti gli episodi che ci si presenteranno per riuscire a portare a casa il risultato finale. Quando c’è un cambio di guida tecnica, vuol dire che tutta la squadra non ha fatto abbastanza. Penso, però, che il Trento nelle ultime partite abbia avuto una crescita importante. Il nuovo allenatore ci ha permesso di ritrovare quella concentrazione necessaria per affrontare le gare e raccogliere punti preziosi. Personalmente non sono mai pienamente soddisfatto di quanto fatto. Sono un ragazzo molto autocritico che cerca sempre di fare di più. Mi piacerebbe arrivare in doppia cifra soprattutto per il fatto che segnare altre quattro reti vorrebbe dire probabilmente portare il Trento alla salvezza. Ci tengo, però, a sottolineare che, senza l’aiuto e il supporto dei miei compagni, non sarei riuscito a siglare alcuna rete».

tutte le notizie di