Europa League, il Napoli cade all’Emirates: l’Arsenal fa 2-0 e ipoteca la semifinale

Europa League, il Napoli cade all’Emirates: l’Arsenal fa 2-0 e ipoteca la semifinale

Agli azzurri servirà un’impresa al San Paolo per rimontare il risultato maturato a Londra

di Redazione ITASportPress
Arsenal

Il primo atto dei quarti di finale di Europa League termina 2-0 per l’Arsenal sul Napoli. All’Emirates Stadium decidono nel primo tempo il destro di Aaron Ramsey (futuro juventino) e l’autorete sfortunata di Koulibaly sulla conclusione da fuori dell’ex Samp Torreira. I Gunners hanno dominato la prima frazione, con il passivo che poteva anche essere più pesante per gli azzurri; nella ripresa la squadra di Ancelotti ha creato qualcosa in più, ma non è riuscita a insaccare la rete della porta di Cech. Un gol fuori casa sarebbe stato importante, invece al San Paolo, fra 7 giorni, servirà l’impresa per approdare in semifinale.

PRIMO TEMPO – Parte fortissimo l’Arsenal: gioco rapido, passaggi di prima, liberati i giocatori davanti a Meret pronti a colpire. Da un’azione sviluppata sul versante di destra, Ramsey riceve in area e segna l’1-0 per i Gunners. Il Napoli, annichilito, al 24′ subisce il raddoppio: grave errore in uscita di Fabian Ruiz nella propria trequarti, i padroni di casa ne approfittano e Torreira da fuori trova la decisiva deviazione di Koulibaly che spiazza Meret, 2-0. Al 33′ è Callejon che perde un brutto pallone e Lacazette, per fortuna, non impatta il pallone servito dalla sinistra da Aubameyang; l’ex Dortmund fra il 39′ e il 41′ impegna severamente Meret. Clamoroso il primo sussulto di marca azzurra, arrivato al 45′: delizioso assist di Callejon dalla destra, Insigne si divora un rigore in movimento, sparando alle stelle un’occasione davvero incredibile per accorciare prima dell’intervallo.

SECONDO TEMPO – Il Napoli scende in campo più convinto e quantomeno la ripresa è equilibrata. Al 54′ Koulibaly di testa ci prova sugli sviluppi di un corner e Cech dice no, poi è show di Meret: prima dice di no alla botta a incrociare di Ramsey, poi respinge un cross potente di Kolasinac e appena dopo alza in corner miracolosamente il tentativo a botta sicura di Maitland-Niles. Pessimo errore di Zielinski al 72′ per l’1-2: il polacco riceve un pallone splendido di Insigne dalla destra solo da spingere in porta e, clamorosamente, butta alto sopra la traversa. Ounas e Younes danno brillantezza ai ragazzi di Ancelotti, con anche Milik nella ripresa, che attaccano molto sugli esterni e per forza di cose lasciano grandi spazi dietro: Ramsey si traveste in Insigne e Zielinski e dall’altezza del dischetto colpisce alto nonostante fosse indisturbato, mentre all’81’ Aubameyang non insacca una bella ripartenza per il tris.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy