Napoli, Ancelotti: “Serviranno cuore, intelligenza, coraggio. Juve? Niente di nuovo, è la Champions”

Napoli, Ancelotti: “Serviranno cuore, intelligenza, coraggio. Juve? Niente di nuovo, è la Champions”

Le parole del tecnico azzurro e di Callejon in vista del ritorno di Europa League

di Redazione ITASportPress
Ancelotti

Difficile, ma non impossibile. Servirà un grande Napoli, con un grande San Paolo, per rimontare il 2-0 inflitto dall’Arsenal all’andata dei quarti di finale di Europa League. Alla vigilia del match di ritorno in programma domani sera alle ore 21, ecco la conferenza stampa di mister Carlo Ancelotti, che già al termine della partita dell’Emirates aveva definito i Gunners vulnerabili in difesa, e quindi non imbattibili. Insieme all’allenatore, anche José Maria Callejon pronto a rispondere ai quesiti dei giornalisti.

Rivivi la conferenza stampa:

Ore 12.59 – Si è chiusa a Castel Volturno la conferenza stampa con Ancelotti e Callejon.

I tifosi pretendono l’Europa League – “Io pretendo dai giocatori massimo impegno e concentrazione. Il risultato sportivo non possiamo garantirlo, ma il fatto che daremo tutto sì, con estrema concentrazione. Ci saranno impegno e dedizione, questo sì, poi per tutto il resto non sono un mago. In generale il verbo ‘pretendere’ non mi piace particolarmente…”.

La difesa non dovrà subire gol – “Ce lo siamo imposti insieme, abbiamo avuto problemi soprattutto per mancanza di compattezza. Non dobbiamo lasciare spazi fra difesa e centrocampo, altrimenti gli avversari si infilano facilmente. Bisogna restare più compatti”.

Callejon, futuro ancora al Napoli? – “Si – ha risposto Ancelotti -, il giocatore ha espresso questo desiderio ed è un atteggiamento positivo. Abbiamo avuto dei colloqui, c’è la volontà sia mia che della società di portare avanti il percorso con lo spagnolo. Il suo senso di appartenenza è importante, è una delle chiavi per il successo. Quando veste la maglia azzurra José sente qualcosa di speciale”

Sul ritiro di Verona e sulla partita del Bentegodi – “I giocatori erano contrari al ritiro? No, in realtà ero io che non volevo. Poi ci ho riflettuto e ho pensato che fosse il caso. Generalmente sono contrario ai ritiri, poiché i giocatori secondo me è meglio che stiano a casa piuttosto che al pc o sui social. La partita ci ha dato più sicurezza, ha eliminato alcune scorie di troppo. L’ambiente è diventato un po’ più positivo dopo il 2-0 dell’andata con l’Arsenal”.

L’Arsenal ha difficoltà nelle gare in trasferta – “Lo so, ma sono certo che domani sarà un’altra storia, noi dobbiamo cercare di cambiare la nostra di situazione e di fare il meglio possibile”.

Ancora sull’Ajax – “Gioca molto bene, a me sorprende più il fatto che sia stata una sorpresa per tutti. Il ciclo è stato ottimo con giovani di altissimo valore, così sono riusciti ad arrivare a questo traguardo. Non credo vinceranno la Champions, ma magari mi sbaglierò. Il gioco è propositivo e offensivo, mi piacciono tutte quelle che rispettano queste caratteristiche”

Personalità del Napoli – Ancelotti: “Viene attraverso il gioco. Mostreremo più coraggio e sicuramente anche più personalità”. Callejon: “Siamo usciti con rammarico da Londra, domani abbiamo l’opportunità di disputare una gara di altissimo livello”.

La forza del San Paolo – “Se la squadra gioca bene il San Paolo aiuta, altrimenti no. Sarà fondamentale che la nostra prestazione sia di altissimo livello. Solo così sarà tutto possibile.

Ancora sulla qualificazione in semifinale – “Bisogna giocare al massimo delle nostre possibilità, vogliamo tenerla aperta fino all’ultimo minuto possibile. Gara perfida? No, perfida è un brutto aggettivo. Siamo l’unica squadra italiana ancora in lizza in Europa, speriamo di esserci anche venerdì. Il Napoli farà una super prestazione, ma basterà? Credo di sì, ce la possiamo fare. La prima parte del match di Londra è stata brutta per un aspetto tattico ma soprattutto per il fattore ambientale. Queste condizioni domani non ci saranno: l’ambiente sarà totalmente opposto, avremo un appoggio importante dei nostri tifosi”.

Sui 3 attaccanti tutti in campo dall’inizio – “Giocare con i 3 attaccanti titolari è una delle possibilità. La gara sarà di grande intensità, servirà maggior equilibrio possibile. Il gioco di attacco sarà fondamentale, vedremo come comportarci davanti”.

Su Juve-Ajax e imprevedibilità delle gare europee – “La partita di ieri fra Ajax e Juve insegna che la Champions, ma in generale le partite europee, sono imprevedibili. Basta un attimo che le favorite escono di scena, è necessario un episodio per cambiare tutto. La Juventus non è stata pronta secondo me nella seconda parte del match di ieri, momento cruciale per la qualificazione. Niente di nuovo, è la Champions”.

Sulla partita – Ancelotti: “In tre parole servono coraggio, intelligenza e cuore. Di coraggio ne ho visto poco nella fase iniziale sopratutto della prima partita; di intelligenza credo ci sia stata in entrambi i tempi; il cuore lo metteremo domani. Oltre ad una dose significativa di intensità. Dobbiamo cogliere questa opportunità, serve atteggiamento mentale positivo e, ribadisco, tanto cuore. E ci sarà attorno a noi un ambiente straordinario a trascinarci”. Callejon: “Sarà difficile vista la gara di andata, ma dobbiamo andare in semifinale e lo meritiamo. Speriamo di fare la partita perfetta”.

Ore 12.34 – Iniziata la conferenza di Ancelotti e Callejon a Castel Volturno.

Ore 12.20 – Siamo in attesa dell’arrivo di Ancelotti, che dovrebbe parlare fra pochissimo in compagnia dello spagnolo José Maria Callejon dalla sala stampa del centro sportivo di Castel Volturno.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy