Napoli, Sarri: “All’andata sbagliato l’approccio, ora vogliamo la rivincita. Pizzico di follia per passaggio del turno”

Napoli, Sarri: “All’andata sbagliato l’approccio, ora vogliamo la rivincita. Pizzico di follia per passaggio del turno”

Le parole dell’allenatore e dell’attaccante del Napoli in vista della gara contro il Lipsia

di Redazione ITASportPress

Il Napoli sogna la grande impresa. I partenopei, malgrado l’1-3 casalingo contro il Lipsia, sognano la grande impresa in terra tedesca. In conferenza stampa, prima della gara contro i teutonici, hanno parlato l’allenatore Maurizio Sarri e l’attaccante Lorenzo Insigne:

Maurizio Sarri: “All’andata abbiamo fatto una prestazione da cialtroni, ed è colpa di tutti: mia al 70%. Non mi si piace che sia stata colpa di chi ha giocato meno, l’ambiente tutto comprensivo di staff e società ha sbagliato approccio. Vogliamo prenderci una rivincita sulla gara d’andata e passare il turno. Mertens? Non ha nulla di grave, sino a domattina non so dire se sarà disponibile. Vedremo. Passaggio del turno? Le percentuali di passaggio sono a favore del Lipsia, dopo l’andata. Non ci deve interessare, se non otteniamo i due obiettivi primari è inutile pensarci. Ho la fortuna di allenare una squadra inattaccabile sull’intensità degli allenamenti. Giovedì scorso avevo visto gli atteggiamenti di sempre, è stato un fulmine a ciel sereno. Saletta per fumatori?  La nostra società chiede sempre una sala per lo staff, se poi ci fanno fumare è meglio. Io ringrazio sentitamente (ride, ndr)”. Fonseca? Mi fa piacere che mi abbia detto che mi segua, è un allenatore interessante. Lo Shakhtar è una squadra che gioca in tecnica ed in velocità, ha quattro ragazzi offensivamente validi. Così come i centrocampisti centrali, stimo molto Fonseca e lo ringrazio per la stima Faremo di tutto per regalare gioia ai nostri tifosi: loro sono concentrati sulla Serie A. È nostro dovere attirare il loro interesse anche verso l’Europa League. Il Lipsia è una squadra forte: dobbiamo riscattarci, avere un pizzico di follia per pensare di poterci qualificare. Potrebbe darci gusto, darci sensazioni che in Europa abbiamo fatto fatica a trovare”.

Lorenzo Insigne: “Non sarà facile ma vogliamo riscattarci: daremo il massimo per ribaltare il risultato dell’andata.  Lo stadio pieno non ci interessa, pensiamo solo a giocare. Dispiace che all’andata non erano in tanti al San Paolo, ma noi sappiamo quanto ci stanno vicino. Servirà la miglior prestazione di sempre. Tanta gente dice che abbiamo snobbato l’Europa, ma non è vero: abbiamo solo approcciato male qualche partita. A me dispiace perché a noi fa piacere giocare le gare internazionali, sarebbe brutto vedere il Napoli primo in classifica ma uscire dalle coppe. Domani gioco? Vorrei giocare sempre, ma è il mister che decide. Al di là di chi gioca, è importante la prestazione. Domani conta la squadra e passare il turno a tutti i costi. Milik? Per noi sarà utilissimo per il finale di stagione, lo stiamo aspettando”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy