Rennes, la vendetta di Ben Arfa su Emery: “Nervoso mentre perdeva. Mi ha fatto ridere…”

Rennes, la vendetta di Ben Arfa su Emery: “Nervoso mentre perdeva. Mi ha fatto ridere…”

L’attaccante dopo il successo ai danni dell’Arsenal

di Redazione ITASportPress

Doppia soddisfazione in casa Rennes dopo il successo per 3-1 in Europa League sull’Arsenal. La vittoria negli ottavi di finale della competizione mette un tassello importante sul possibile passaggio dei francesi al turno successivo e, soprattutto, fa sorridere chi, in passato, non aveva avuto rapporti eccellenti con l’attuale tecnico dei Gunners Unai Emery, ovvero Hatem Ben Arfa.

VENDETTA – All’epoca vestivano entrambi la divisa del Paris Saint-Germain, Hatem Ben Arfa da giocatore, Emery da allenatore. Ma l’attaccante francese non ricorda con piacere quegli anni, dal 2016 al 2018 vissuti con la maglia dei parigini e sotto la guida del tecnico spagnolo che non puntava in maniera assoluta su di lui. Il loro passato burrascoso, però, è venuto a galla anche dopo la vittoria del suo Rennes. Intervistato in zona mista, infatti, il centravanti classe ’87 si è preso la sua personalissima vendetta: “La mia motivazione non era di vendetta, volevo giocare una gara solida, vincere e ottenere un buon vantaggio per accedere ai quarti”, ha detto Ben Arfa, che poi, però, si lascia trasportare: “Ero molto concentrato su questo, poi però ho visto Emery agitarsi in panchina come sempre, l’ho guardato un paio di volte e non ho potuto fare a meno di ridere. Non è cambiato”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy