Acerbi-Bakayoko, dai social allo sfottò. Il difensore: “Segno di debolezza”

Acerbi-Bakayoko, dai social allo sfottò. Il difensore: “Segno di debolezza”

Il centrocampista rossonero ha mostrato ai tifosi la maglia del laziale

di Redazione ITASportPress

Tiémoué Bakayoko aveva promesso a Francesco Acerbi di vendicarsi a modo suo. Una rivalsa per le parole del difensore biancoceleste, che, in un’intervista rilasciata dopo la gara d’andata, affermava di preferire le qualità individuali della Lazio a quelle del Milan. Una frase incriminata e finita per essere un tormentone nell’avvicinamento al big match. Al termine della sfida vinta dai rossoneri con un rigore di Franck Kessie, è andato in scena lo sfottò di Bakayoko. Il centrocampista ha preso con sé la maglia che Acerbi aveva regalato ad un avversario dopo la gara e ha esposto insieme ai compagni la casacca numero 33 in segno di scherno. Il laziale ha commentato l’accaduto sui social: “Sono dispiaciuto perché ho scambiato la maglia per mettere fine alla questione, fomentare odio non è sport ma un segno di debolezza”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy