LA Galaxy, Ibrahimovic: “Faccio ancora la differenza, orgoglio per i 500 gol”

LA Galaxy, Ibrahimovic: “Faccio ancora la differenza, orgoglio per i 500 gol”

Lo svedese, fresco dell’ambito traguardo si è raccontato in una lunga intervista a Sky Sport.

di Redazione ITASportPress

Già il gol numero 500 è un traguardo fenomenale. Se poi è un capolavoro, non può che entrare nella cineteca del calcio mondiale. Una rete con un colpo di tacco volante, in girata e su un pallone lungo: questa la descrizione della 500esima perla di Zlatan Ibrahimovic, che come suo solito non eccelle per modestia e si è descritto su Twitter come il “Dio dei gol”.

L’attaccante dei Los Angeles Galaxy è tornato a parlarne in un’intervista trasmessa da Sky Sport 24. “I complimenti ricevuti mi hanno reso ancora più orgoglioso, mi hanno fatto realizzare meglio quello che ho raggiunto, perché quando vedi giocatori che hanno segnato 500 o più gol ti rendi conto che non sono calciatori ordinari…”, ha spiegato Ibra.

Sacrifici e duro lavoro alla base di una carriera sfavillante. “Ho lavorato tanto per questo, sono davvero riconoscente per gli elogi e per la gioia che ho percepito ovunque. Comunque ho ancora qualcosa da dare e se tutto va bene non mi fermerò qui”.

PER CHI NON CI CREDEVA – “La cosa più divertente è che quando ho iniziato la mia carriera – ha proseguito Ibrahimovic – dicevano che ero un giocatore bravo, ma che non avrei fatto tanti gol. Quindi questo traguardo è anche per loro, evidentemente so come si segna, dato che ne ho fatti 500, un numero pazzesco nel calcio”. Dopo aver vinto in Svezia, Olanda, Italia, Spagna, Francia e Inghilterra, Ibra ha detto sì alla Major League Soccer e ai LA Galaxy, ma il suo futuro è ancora tutto da scrivere. “Non è il momento di parlarne, anche se è qualcosa di cui discuto con il mio club, vedremo, ho ancora 5 partite da giocare, sono contento, mi sento bene fisicamente e so che posso ancora fare la differenza”, ha concluso lo svedese.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy