Atalanta, Gasperini: “Gara straordinaria. Avversari Champions? Tutti”

Atalanta, Gasperini: “Gara straordinaria. Avversari Champions? Tutti”

Le parole del tecnico nerazzurro

di Redazione ITASportPress
Gasperini Atalanta

L’Atalanta si porta in quarta posizione, scavalcando Milan e Roma. Un risultato incredibile. E a quattro giornate dalla conclusione, la squadra bergamasca è padrona del proprio destino. Gian Piero Gasperini commenta il momento straordinario ai microfoni di Sky Sport: “Sapevo che la partita sarebbe stata dura perché io ritengo che l’Udinese sia superiore alla sua classifica. I ragazzi hanno fatto una partita straordinaria, abbiamo rischiato qualcosa nel primo tempo ma abbiamo creato tantissimo. Nel secondo tempo poi è stato a senso unico. Era la terza partita in una settimana. Match contro la Lazio decisiva? No, perché poi devi vincere quelle dopo. E’ chiaro che se noi vinciamo le nostre gare gli altri non ci possono raggiungere, questo è ovvio. Sono però tutte partite equilibrate ma noi abbiamo una condizione morale altissima, continuiamo a giocare con grande efficacia. I ragazzi hanno un merito straordinario perché in questo momento credono fortemente a tutto. Loro si sono messi un po’ a specchio con noi e quando ci capitano questo tipo di squadre sappiamo che dobbiamo fare alcune cose tecnicamente molto bene e noi nel primo tempo ce lo siamo dimenticati. Nella ripresa è andata decisamente bene e, nonostante le tre partite, abbiamo avuto la meglio sotto l’aspetto non voglio dire atletico ma avevamo tanta voglia di vincere”.

ASSENZE “Oggi siamo stati decisivi lo stesso. I ragazzi hanno fatto una partita straordinaria dietro, a centrocampo. Gomez è stato straordinario, a Zapata è mancato il gol. Ilicic è chiaro che è un valore aggiunto fantastico ma non lo abbiamo avuto molto. E’ mancato tanto nei primi mesi, ha avuto poi qualche problemino, una squalifica. E’ innegabile però che Ilicic ci rende una squadra all’altezza di poter affrontare al meglio il campionato. Lo recuperiamo. Avversario Champions? Tutti. In ordine guardo la classifica, c’è la Roma a un punto, il Torino a tre. Ci sono dodici punti in palio, tutti devono vincere tre partite e se qualcuno ne vince quattro sarà aritmetico. Inoltre c’è il rischio di passare dalla Champions a niente e questo rende più affascinante il tutto”.

“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy